Ong e immigrazione clandestina, resta sequestrata nave Proactiva Open Arms

CATANIA, 27 MAR – Resta sequestrata la nave della Ong spagnola Proactiva Open Arms, ormeggiata al porto di Pozzallo dal 18 marzo scorso dopo aver prelevato 215 migranti in acque libiche. Lo ha deciso il gip di Catania Nunzio Sarpietro che ha accolto la richiesta della procura distrettuale etnea.

Il giudice ha confermato il sequestro ma si è dichiarato incompetente ritenendo non sussistere il reato di associazione per delinquere ma soltanto quello di immigrazione clandestina. Gli atti saranno trasferiti alla Procura di Ragusa. (ANSA)

È questo approdo in Italia al centro dell’inchiesta per il rifiuto della nave di consegnare i migranti alle motovedette libiche intervenute sul luogo del soccorso o a Malta. Il fermo è stato eseguito su indagini della polizia della squadra mobile di Ragusa e del Servizio centrale operativo (Sco) di Roma.

La Ong, che si è rifiutata di sbarcare a Malta, voleva a tutti i costi portare i “migranti” in Italia.

Condividi