Cessione dei mari, Francia costretta a fare retromarcia

Condividi

 

La Francia costretta a fare retromarcia. Ritirate le carte dalla procedura francese

Poco fa il ministro francese – scrive il deputato Mario Pili su Facebook –  ha comunicato il ritiro delle carte dell’accordo di Caen che scippavano le acque internazionali a nord della Sardegna. HO VINTO, ABBIAMO VINTO NOI, CONTRO IGNORANTI E CIALTRONI

Si tratta di un risultato straordinario ottenuto contro tutti, compresi quei cialtroni che hanno parlato di bufala senza sapere nemmeno di cosa parlavano. La mia denuncia è stata puntuale e chiara. Sono stati beccati e sono stati costretti a cambiare il tutto a 4 giorni dalla scadenza, continua Pili.

Cessioni alla Francia, ammiraglio De Giorgi: l’Italia ha rinunciato a porzioni di mare

Ecco il comunicato della repubblica francese:

Nicolas HULOT, Ministro di Stato, Ministro di Parigi, il 19 marzo 2018 la transizione ecologica e solidale

Comunicato stampa
Documento di strategia per la facciata mediterranea
Modifica della mappa
Nell’ambito della consultazione prima dello sviluppo del documento strategico facciata del Mediterraneo, una consultazione pubblica online è stata lanciata dal Dipartimento di solidarietà transizione ecologica 26 gennaio e si concluderà il 25 marzo. Sembra che le prime mappe abbiano pubblicato degli errori online relativi alla delimitazione marittima con l’Italia: queste mappe errate sono state corrette.
Per la cronaca, il “Documento Strategico facciata” è la declinazione in facciata Mediterraneo (acque territoriali e la ZEE nazionale) della strategia per il mare e la costa, che è la risposta francese ad obiettivi europei la direttiva quadro sulla pianificazione dello spazio marittimo e la direttiva quadro sulla strategia marina. Tale documento non è ovviamente destinato a modificare i confini marittimi nel Mediterraneo che rimangono invariati.

 

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Cessione dei mari, Francia costretta a fare retromarcia”

  1. Monia De Moniax

    Complimenti ai Coraggiosi che hanno fatto valere la Sovranità del Popolo Italiano. E’ di questi Coraggiosi che l’Italia ha bisogno. Insegnate Voi come si fa a pretendere ed ottenere Giustizia. Chi Pecora si fa, il gentiglione se la mangia gozzovigliando col ronzipmorgan. Dovessimo fare l’inventario di quanta Italia si sono venduta a Nostra insaputa ! Visto quando hanno volevano obbligare medici e sanitari ai vaccini innaturali sparati a dosi industraili e promiscue [leggi mortali] come si sono vatti valere, loro che MAI si sono vaccinati essendo a conoscenza della realtà mortifera di questi veleni-farmaci? Facciamo valere TUTTI le nostre ragioni, pusillanimi o coraggiori che si sia. L’Unione fa la Forza ed il Coraggio. Che la Suprema Forza Energia Rinnovabile sia sempre con Voi, con Noi.

Commenti chiusi


Diffamazioni a Imolaggi – Armando Manocchia risponde ai professionisti della mistificazione

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -