Perugia: litanie femministe choc, sfregio davanti alla Cattedrale

Un affronto alla Chiesa di Perugia e alla sua cattedrale, diventata – suo malgrado – il palcoscenico di una sconsolante manifestazione femminista. Una ventina di donne, ragazze e attiviste disposte in piazza IV Novembre che, con tanto di megafono e ricalcando le sacre litanie, inneggiano alla “vulva” in tutte le sue forme di fronte all’entrata laterale della chiesa.

Il video della performace femminista è stato diffuso su WhatsApp e in poche ore ha fatto il giro degli smartphone.  Il sit-in delle vulvette risale all’8 marzo.

Sulla stupenda fontana Maggiore appare uno striscione. A riprendere la scena un divertito cittadino dalle finestre dei palazzi del centro storico perugino. “Vulva umidissima, godi con noi”, si sente ripetere come una litania le donne al megafono mimando con le braccia il triangolo della vagina. Le invocazioni sono le più disparate (e imbarazzanti): “Vulva extralarge, godi con noi; vulva piena di fluidi, godi con noi” . E ancora: vulva odorosa, vulva deliziosa, vulva squirtante, vulva pulsante, vulva carnosa, vulva gustosissima, vulva miscredente, vulva risucchiante. Godi con noi. […]

www.ilgiornale.it

Condividi l'articolo

 



   

3 Commenti per “Perugia: litanie femministe choc, sfregio davanti alla Cattedrale”

  1. Perché non andate davanti ad una moschea se siete veramente convinte di quello che fate

  2. quello che volevo dire io, proprio sulle scalinate di una moschea e vediamo quante “vulve” tornano a casa intere…

  3. Brave,ma adesso vadano pure a fare la stessa cosa davanti a una moschea,così vediamo l’effetto che fa!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -