Bologna: uccise un 72enne durante una rapina, il Rom è già libero

“E’ una vergogna enorme, mio padre proprio non valeva niente per la giustizia”. E’ l’amaro commento rilasciato alle telecamere di E’ Tv di Fabio Orsi, figlio di Quinto, il meccanico 72enne ucciso nel 2013 durante un tentativo di furto.

Oggi la Cassazione ha di fatto confermato la pena decisa in Appello a 6 anni e 4 mesi per Sonic Halilovic, 23 anni di origini rom, che quella sera di febbraio uccise il mecca nico di 72 anni travolgendolo in retromarcia durante un tentativo di rapina nell’officina di via Ferrarese. Il giovane si accorse di quello che era successo, ma decise comunque di fuggire, costituendosi alla polizia soltanto la sera successiva.

In primo grado, Halilovic era stato condannato a 16 anni, ma poi l’appello in rito abbreviato aveva ridotto la pena a poco pi di 6 anni, riqualificando il reato da omicidio volontario con dolo eventuale a omicidio colposo.

Ora il rom è libero, avendo già espiato 4 anni tra carcere e domiciliari. Resta libero – spiega il suo avvocato Alessandro Cristofori – in attesa che il Tribunale di Sorveglianza decida se applicare nei suoi confronti una misura restrittiva.

www.ilrestodelcarlino.it

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal


FIGO - Free Intelligent Go

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -