Fake News: la Ue stanzia altri 300 mila euro “contro la disinformazione”

L’Unione europea aumenta l’arsenale contro le Fake News: 300 mila euro in più per un totale di 1,1 milioni di stanziamento per contrastare le campagne di disinformazione plasmate da dentro e da fuori i confini comunitari. A dare notizia dell’aumento di capitali per la partita delle Fake News è stata l’Alto Rappresentante per la Politica Estera e di Difesa Federica Mogherini rispondendo ad una interrogazione parlamentare firmata da Beatriz Becerra e altri 3 colleghi, sempre spagnoli e del gruppo liberaldemocratico, eletti a Strasburgo nel 2014 dal partito UPyD, poi cannibalizzato da Ciudadanos. La risposta della Mogherini è arrivata ieri, il giorno dopo il voto in Catalogna, un ritardo che è stato assai lamentato da Becerra e soci.

Preoccupazione per l’ingerenza russa

Nel testo inviato, l’Alto rappresentante esprime “la sua preoccupazione per l’interferenza della Russia nei processi (elettorali) europei ed in particolare per le elezioni in Catalogna”, uno dei pochi riferimento ai comizi di Barcellona e dintorni, un fatto che ha, anche questo, irritato i 4 eurodeputati spagnoli che avevano sollecitato la Mogherini.

L’esponente Pd ricorda anche che si tratta di un problema che viene preso “molto sul serio” dalla Commissione, tanto da creare un’unità ad hoc sulla disinformazione nel 2015. Pur ricordando che la risposta deve venire in primo luogo dagli “Stati membri”, Mogherini ricorda che la task force comunitaria aiuta a prendere coscienza del fenomeno ed a renderne pubblici i contorni.

“Tutti gli esempi di disinformazione, inclusi quelli relazionati con la Catalogna, sono messi a disposizione del pubblico” nella pagina web Euvsdisinfo.eu.

Federica Mogherini

Task force Ue: 3.500 campagne di disinformazione in 2 anni

Secondo l’Alto Rappresentante Ue, negli ultimi due anni la task force ha individuato oltre 3.500 esempi di attività disinformativa in 18 lingue, in gran parte diretti a “denigrare e sminuire i valori, le politiche, le personalità e i procedimenti democratici europei”.

La East Stratcom Force, che dipende proprio dai servizi della Mogherini, conta solo con 14 esperti, in gran parte inviati volontariamente dagli Stati membri, a cui fanno riferimento 400 collaboratori disseminati in 30 paesi, in gran parte all’Est. Per loro adesso è previsto questo aumento di budget, da 800 a 1,1 milioni di euro.

http://europa.today.it



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -