Migranti, 100 algerini sbarcati in Sardegna nella notte

Condividi

 

Sbarco di migranti sulle coste del sud Sardegna durante la notte. Sono oltre cento gli algerini arrivati e il numero potrebbe ancora salire, visto che già in queste ore altri stranieri sono stati rintracciati mentre si incamminavano a piedi, dopo essere arrivati a bordo di piccoli natanti, verso i centri cittadini.

Dalle 23 in poi il Reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza, carabinieri, polizia e Capitaneria di porto sono stati impegnati per rintracciare i nordafricani. Il primo imponente arrivo è avvenuto dopo le 23 a Porto Pino, nel territorio di Sant’Anna Arresi. Tre barchini con a bordo complessivamente 62 algerini sono stati rintracciati dalle Fiamme gialle. Altri 14 su un altro barchino sono stati soccorsi in mare e trasportati direttamente in porto a Cagliari. Durante la notte altri arrivi, complessivamente 26 algerini, sono avvenuti sempre lungo la spiaggia di Porto Pino. I migranti sono stati bloccati dai carabinieri di Carbonia. ansa

Condividi l'articolo

 



   

2 Commenti per “Migranti, 100 algerini sbarcati in Sardegna nella notte”

  1. LEGGO CONTINUAMENTE “SBARCHI” ALLA RINFUSA.
    CHIEDO DI SAPERE ALMENO PER UNA VOLTA .DI QUESTI MIGLIAIA DI CHE COSA CAMPANO.? DOVE DORMONO — ORA POI COMINCIA IL FREDDO.!!!
    DOBBIAMO TUTTI FINIRE SGOZZATI -SFRATTATI PER DARE IL POSTO A LORO.?

  2. E intanto zitti zitti, mentre gli altri parlano e distraggono l’opinione pubblica, gli invasori continuano ad entrare incanalati dalle ONG per volontà di Soros e dei Rothschild!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -