Torino: assaltano bancomat con maschere di Trump, arrestati due Sinti

Assaltavano di notte sportelli bancomat con il volto coperto da maschere di Donald Trump. Dopo gli ultimi due colpi, a Cavallermaggiore, nel cuneese, e a Vigone, nel torinese, il primo tentato, il secondo portato a termine con un bottino di 92mila euro, due fratelli sinti di 26 e 30 anni, entrambi residenti nel torinese, sono stati arrestati dai carabinieri della sezione antirapina del Nucleo Investigativo di Torino. Sono sospettati di decine di assalti in tutto il Piemonte.

La tecnica utilizzata è quella della cosiddetta ‘marmotta’, ossia un ordigno che si inserisce all’interno degli sportelli per farli saltare. Secondo gli investigatori i due, per raggiungere le banche da assaltare, avrebbero sempre utilizzato auto rubate, in particolare, in quasi tutti i colpi avrebbero impiegato una vettura bianca, poi verniciata di nero.

Quanto al modus operandi, i due avrebbero forzato la fessura di erogazione delle banconote, realizzando una profonda apertura per poi inserire la ‘marmotta esplosiva’. L’analisi delle immagini delle telecamere di videosorveglianza delle banche assaltate e il confronto dei dati relativi al controllo del territorio, persone e mezzi fermati prima e dopo i colpi, hanno permesso ai militari di individuare i due fratelli.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -