Migranti, Gentiloni: “La UE dica se c’è o dobbiamo cavarcela da soli”

“Nonostante qualche passo in avanti, la velocità” dell’Ue “resta drammaticamente al di sotto delle esigenze di governo e gestione del fenomeno” migratorio. Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni nelle sue comunicazioni a palazzo Madama in vista del Consiglio Ue di domani e venerdì.

Gentiloni ha ribadito il no all’Europa delle due rigidità diverse: “Una massima sulle regole di bilancio, e un’altra, flessibile, sulle regole comuni” dei diversi partner rispetto all’emergenza migranti. “Vogliamo sapere se l’Ue c’è, con le sue risorse, il suo impegno, o se dobbiamo cavarcela da soli – ha proseguito – Possiamo farcela, ma se l’Ue vuole scommettere sul suo futuro deve avere una politica migratoria comune”. adnkronos

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -