Bologna, conferenza “Comprendere il caos siriano”

Lunedì’ prossimo Impegno Civico si occuperà per la terza volta del conflitto in Siria, una continuità di attenzione che in passato non abbiamo dedicato a nessun altro Paese o tema specifico.
Sotto la Presidenza dell’avv. Giancarlo Mengoli nel 2014 abbiamo avuto come relatore il Visitatore Apostolico ad Aleppo Mons. Giuseppe Nazzaro e nel 2015 abbiamo ascoltato il giornalista Naman Tarcha, nativo di Damasco ma stabilmente in Italia, da prima della guerra, per studio e lavoro. I loro podcast, la voce di testimoni oculari, sono disponibili sul nostro sito rispettivamente a http://www.impegnocivico.net/NEW/Impegno_Civico/Convegni_e_Atti/Voci/2014/10/30_Mons._Nazaro.html ,
e a: http://impegnocivico.net/NEW/Impegno_Civico/Convegni_e_Atti/Voci/2015/4/16_Siria__Conferenza_di_Naman_Tarcha.html

In questo 2017 ritorniamo sull’argomento, nella persuasione che quello che succede là non riguardi solo i siriani, poiché quello che vi si sta combattendo è una guerra mondiale in miniatura, il cui andamento e il cui esito non potranno che riguardare anche noi e il nostro futuro.
Come ho già avuto occasione di scrivere, se in Occidente non vediamo i missili e i carri armati, nondimeno la guerra c’è, ma sotto altri nomi: si chiama spread, si chiama strage islamista, si chiama intercettazioni a briglia sciolta, si chiama censura del politicamente corretto …. E siccome siamo continuamente sollecitati a omologarci alle posizioni imperanti, ci siamo dentro tutti, anche chi pensa di riuscire a starne fuori facendosi i fatti suoi.
Per questo, per sapere cosa succede, è bene informarsi in modo indipendente.

Perché ci stanno educando, dalla culla alla tomba, e occorre difendere la libertà di pensiero in modo molto letterale, visto che tutti i pretesti sono buoni per intrupparci. Oggi si è saputo che l’università di Bologna vuole fare corsi estivi per i ragazzi delle medie, ieri la Ministra della Difesa ha detto che bisogna rendere obbligatorio il servizio civile, già da poco esteso a tutti, anche extracomunitari, in forma di volontariato. Tutti contenti? Nessuno che si sente leggermente …”controllato”? Indottrinato?
Sulla Siria, come a suo tempo sulla Libia, circolano gravi falsità suffragate da etichette autorevoli. Lunedì avremo il punto di vista di una testimone, una siriana dell’opposizione, Randa Kassis, che ha preso le distanze dalla ribellione armata; è stata inclusa nei recenti negoziati di Astana, sotto l’egida della Russia, e allo stesso tempo è entrata in contatto con i vertici politici americani.
Ci parlerà assieme ad Alexandre Del Valle del libro che hanno scritto insieme (v. allegato)

Al termine andremo a cena al Circolo Bononia, distante due passi; chi vuole unirsi a noi è pregato di prenotare chiamando la Segreteria di Impegno Civico al 334 8930407.

Un cordiale saluto a tutti,
Alessandra Nucci
Presidente 2016-2017



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -