Convegno “Immigrazione, Integrazione, Sicurezza”

“IMMIGRAZIONE,INTEGRAZIONE E SICUREZZA”
Convegno
Roma, 8 maggio 2017
Camera dei Deputati
Palazzo San Macuto

Il tema dei flussi migratori sproporzionati ed incontrollati verso l’Italia viene osservato solo attraverso la lente dell’etica e della morale che sono criterio imprescindibile ma non possono restare unico metro di analisi per elaborare una soluzione a tale problema. Lo stato ed il governo hanno il dovere di tenere conto di tutti i fattori ed i rischi in gioco nell’assumere decisioni ed elaborare strategie in merito.
Ed invece ci sono fattori concernenti gli effetti collaterali e negativi che derivano alla popolazione italiana dalle scelte di accoglienza illimitata che vengono bollati erroneamente come frutto di paura o peggio razzismo, quindi moralmente inaccettabile e perciò da ignorare a priori. Ma questa è una scelta folle.

Solo per fare un esempio tra i molteplici effetti negativi non considerati vi è l’impatto sul mercato del lavoro . L’immigrazione clandestina è funzionale al lavoro sommerso: diventa strumento per imporre ai lavoratori italiani una contrazione dei propri diritti e dei salari, diventa strumento per alcuni imprenditori per recuperare la competitività persa privilegiando mano d’opera immigrata, genera un conflitto fra deboli: tra chi arriva qui con l’aspettativa di una vita migliore e la legittima aspettativa dei lavoratori italiani ad un lavoro che sia retribuito dignitosamente e che invece si trovano sempre più emarginati dal processo lavorativo perché la mano d’opera immigrata è disposta ad accettare condizioni disumane di lavoro.

Tale conflitto si acuirà con la 4° rivoluzione industriale ( l’avvento dell’industria 4.0) che porterà alla quasi totale automatizzazione della produzione industriale, per effetto della quale una grande fascia di lavoratori “mediamente tecnologici” diventerà inutile e potrà esser sostituita da mano d’opera con bassissima qualificazione probabilmente costituita da migranti che saranno disposti a svolgere tale lavoro a condizioni inaccettabili per i lavoratori autoctoni qualificati.

Il convegno ha avuto un grande successo ed ha visto la partecipazione in qualità di relatori, di autorevoli esponenti del mondo accademico, della sicurezza nazionale ed internazionale.
Tra i vari argomenti correlati all’analisi del terrorismo jihadista, sono state presentate in anteprima le modernissime tecnologie per la lettura delle onde cerebrali di Brainwave System USA presentate in esclusiva da ESIM GLOBAL. Questa tecnologia all’avanguardia consente l’identificazione di terroristi conclamati o potenziali, di criminali e lo screening dei flussi migratori . Il nostro impegno nella ricerca degli strumenti e delle soluzioni per la lotta al fondamentalismo ed al terrorismo Jihadista è stato premiato dall’entusiasmo mostrato dai numerosi e selezionati partecipanti al convegno .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -