Germania: ghanese armato di machete stupra una ragazza davanti al fidanzato

Un 31enne è stato arrestarto a Bonn con l’accusa di aver violentato una donna davanti al suo fidanzato. I media locali hanno riferito che l’imputato è un richiedente asilo proveniente dal Ghana.

La polizia ha detto che la ragazza di 23 anni e il suo compagno sono stati avvicinati dal sospetto il 2 aprile nel campeggio presso la Riserva Naturale di Siegaue, alla periferia di Bonn.

L’uomo, che impugnava un machete, ha minacciato la coppia e poi ha violentato la giovane donna fuori dalla tenda. Il suo ragazzo ha chiamato la polizia dopo lo stupro e la ragazza è stata portata in ospedale.

Il sospettato è stato arrestato sabato nella vicina Siegburg. Quando ha visto le forze dell’ordine, l’uomo inizialmente cercato di fuggire, lanciando uno zaino contro un ufficiale. Lo zaino, si è scoperto dopo, era stato rubato presso una festa barbecue, poco prima della violenza sessuale.

Il test del DNA ha confermato la presenza del sospetto sulla scena del crimine e un giudice ha emesso un mandato d’arresto per lo stupro.

Secondo i media, il sospetto, originario del Ghana, avrebbe dovuto essere deportato in Italia all’inizio di quest’anno come da regolamento di Dublino sui rifugiati, ma ha fatto appello contro tale decisione. L’accordo di Dublino stabilisce in quale paese i richiedenti asilo e rifugiati UE nell’UE devono presentare la loro richiesta, che è generalmente (ma non sempre) il paese di arrivo.  RT.com



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -