Insulta le Coop e chiama i richiedenti asilo “clandestini”, condannata segretaria Lega

È stata condannata per aver discriminato l’attività di tre cooperative che si occupano di accoglienza di migranti.

Come riporta il Giornale di Brescia, il tribunale di Brescia ha condannato al pagamento di seimila euro, duemila per ognuna delle associazioni citate, la segretaria della sezione della Lega Nord di Orzinuovi, Federica Epis.

Il 12 giugno del 2016, Epis aveva postato sul suo profilo facebook un articolo di Bresciaoggi che parlava di immigrazione e commentato: «Questo è l’elenco delle cooperative che con la faccetta misericordiosa di chi fa beneficenza stanno invece lucrando sul traffico di clandestini».

Per il giudice Lucia Cannella «il post ha valenza irridente e sbeffeggiante ove indica le associazioni che danno ospitalità al soggetto come di chi opera “con la faccetta misericordiosa di chi fa la beneficenza” attributivo di un fine illecito». In sostanza, per il giudice Epis stava accusando le associazioni K-Pax, Puerto Escondido e Asgi (associazione studi giuridici sull’immigrazione) di speculare in maniera illegale sui migranti.

Secondo lo stesso giudice, inoltre, «il post è denigratorio ed offensivo laddove indica che i richiedenti asilo siano clandestini, atteso che i richiedenti asilo vengono degradati al rango di chi viola il Testo Unico sull’immigrazione».

Epis aveva cancellato il post incriminato, una mossa che non è stata sufficiente a risparmiarle la condanna in Tribunale.

Il CANBASTARDO, la guardia rossa della democrazia a taglia unica



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -