Bologna: pro-life costretti in un posto isolato e scortati dalla polizia

 

Pregare in pubblico? Solo se in un posto isolato e scortati dalla polizia. Non siamo in Iraq, ma a Bologna!!!

aborto-prolife

Si è svolta sabato 10 dicembre, a Bologna, la giornata di preghiera per la vita e contro l’ aborto, indetta dal Comitato No194.

Anche stavolta veto totale imposto dalle autorità, a pregare vicino all’ ospedale, o in luoghi della città aperti al pubblico.

Il gruppo pro.life è stato relegato nella piazza San GIovanni al Monte, una piazzetta del tutto isolata, senza transito pubblico, e con gli accessi “blindati” dalla polizia.

“E’ incredibile che uno possa pregare solo se scortato dalla polizia in assetto da querra”, afferma Angelo Mandelli, uno dei partecipanti all’ evento. “E non siamo nello stato islamico o in Siria… siamo nella “democratica” Bologna”!!!!

Angelo Mandelli



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -