Comune di Bologna: sosteniamo il circolo gay Cassero

 

BOLOGNA, 11 NOV – Il Comune di Bologna applicherà le normative e le regole vigenti, ma riconosce l’importanza del Cassero sia dal punto di vista culturale, sia da quello socio-sanitario. Lo ha detto l’assessore alla cultura Bruna Gambarelli, rispondendo, in consiglio comunale, a tre domande presentategli dai consiglieri sul tema del rinnovo della convenzione degli spazi occupati dal circolo gay bolognese.

attività culturale gay - cassero Bologna

attività culturale gay – cassero Bologna

attività culturale gay - cassero Bologna

attività culturale gay – cassero Bologna

“Dal punto di vista progettuale – ha detto la Gambarelli – saranno seguite tutte le regole che l’Amministrazione metterà in campo, ma la regola della sussidiarietà rimane la prima. I progetti organizzati dal Cassero si muovono fortemente in rete con i nostri servizi sociali e con i nostri servizi sanitari. Questo per quanto riguarda le attività di educazione, formazione, accoglienza affinché vengano garantiti i diritti delle persone. Per quanto riguarda invece le attività culturali il Festival Gender Bender è una punta di diamante rispetto alle attività, rassegne e festival che la nostra città esprime”. ANSA



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -