Chopin contro Beppe Sala: concerto di Alida Altemburg per salvare la casema Montello


di Claudio Bernieri

Il caso della caserma Montello, che il sindaco Beppe Sala, manovrato dal burattinaio Majorino, vorrebbe assegnare ad almeno duemila clandestini, incendia la zona 8 d Milano. Liquefatta l’opposizione, scomparso Parisi, resistono i residenti riuniti in apposito comitato .

Ahimè, cittadini, vi attende il degrado: la storica caserma Montella trasformata in perenne suk dei ciabattanti con contorno di spaccio, racket della prostituzione e delle elemosine , santuario delle griffe false e centrale delle nuove mafie africane. Racket senegalesi e nigeriani vedono in Milano il nuovo eldorado da conquistare.: ORA AVRANNO UNA PRESTIGIOSA SEDE , PAGATA DAI MILANESI.

Attirati dalla promesse di cibo, alloggio, telefonino e abiti firmati, migliaia di disperati partono dalla Libia per arrivare a Milano. Dove li attendono confortevoli uffici e camerate.
Maroni ha bloccato i 600 monolocali con aria condizionata dell’Expo, che Sala voleva regalare agli africani ? Per dispetto, il Pd ha pensato di sfrattare i militari dalle caserme di Milano, Tocca per prima alla Montello, destinata ai poliziotti che dovevano lasciare la loro sistemazione attuale in sant’Ambrogio , destinata a sua volta ad ospitare gli studenti della Cattolica . L’accordo era già stato siglato: ora pesanti penali dovranno essere pagate dai milanesi. Intanto ci pensa la cooperativa d’oro Arca, la malefica creatura onlus di Majorino, a gestire il nuovo business dell’accoglienza immobiliare : i “ volontari “dell’Arca hanno già visionato le camerate della Montello, per adibirle a super- residence per migliaia di nullafacenti. E’ il piano del Pd. Importare in Lombardia almeno due milioni di clandestini, dar loro con qualche cavillo il diritto di voto per destabilizzare la giunta lombarda e assicurare a Sala la rielezione a sindaco. Sindaco dei musulmani, dei cinesi e di mama Africa.

Ma la cultura milanese non ci sta: ecco un primo concerto in piazza per difendere la storica caserma. Chopin sconfiggerà Majorino e Sala?

Il caro estinto, la Opposizione, intanto non da segni di vita e ignora le tende innalzate dai residenti imbufaliti.
Centro destra , se ci sei batti un colpo. Per ora, risuonano nel quartiere in allarme solo le note di Chopin, Mozart, Beethoven, Puccini ,Bach, suonate dalla concertista Alida Altemburg. In attesa dei bongos , del soukus e delle rumbe sincopate dei ciabattanti

GRAZIE, IMMOBILIARE SALA.

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

2 Commenti per “Chopin contro Beppe Sala: concerto di Alida Altemburg per salvare la casema Montello”

  1. Non è solo la caserma ma tutto il resto .- mangia dormire ecc…tutto a sbafo.= l’Italiano che non arriva alla fine del mese “Sfrattato”- sI SPARA O DI IMPICCA O DORNE SOTTO I PONTI. E’ UNA ITALIA DA BUTTARE.!

  2. Onore e complimenti sia alla Signora che ha suonato al pianoforte e Onore al comitato che hanno organizzato questa difesa della civiltà e nei ricordi di una Caserma ( Montello ) con tanto di Onore dove sono passati tanti Militari che hanno avuto il Coraggio di difendere l’Italia e gli Italiani, al contrario di quello che stanno facendo i Politici Italiani e quella france di gente senza onore, senza una goccia di sangue nelle vene, vorrei sapere che cosa racconteranno ai loro figli e ai loro nipoti?

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -