Londra: proteste contro il divieto di burkini in Francia

 

burkini-islamici-londra

LONDRA, 25 AGO – Protesta a Londra contro il divieto imposto in Francia nei confronti del cosiddetto ‘burkini’, il costume da bagno indossato da alcune donne musulmane: alcune decine di persone si sono radunate oggi di fronte alla sede dell’ambasciata francese in Gran Bretagna, improvvisando una sorta di spiaggia urbana con un la sabbia sul marciapiede. Diverse le donne presenti, fra secchielli, palette e cartelli di riprovazione contro l’iniziativa del governo di Parigi: alcune indossavano proprio il burkini, altre costumi da bagno e pareo di uso comune. Molti gli slogan e gli sfottò.

La decisione francese lascia largamente perplessa l’opinione pubblica britannica, criticata talora severamente. Oggi stesso è in visita a Parigi il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, musulmano del tutto laico, che – parlando al fianco della collega prima cittadina della capitale di Francia, Anne Hidalgo – non ha mancato di liquidare il divieto di burkini come un’imposizione e un errore. (ANSA)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

1 Commento per “Londra: proteste contro il divieto di burkini in Francia”

  1. Ma che deve protestare Londra? in Francia hanno fatto bene a vietare il Burkini non sono i Francesi che si debbono adeguare alle loro usanze ma sono loro ad adeguarsi, altrimenti se ne vadano nei loro paesi!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -