Don Luigi Larizza: “Un’invasione programmata trasforma l’Europa in Eurabia”

 

Il 97 per cento dei migranti sono finti profughi, meglio allora aiutarli a casa loro”. Lo dice senza tentennamenti don Luigi Larizza il coraggioso parroco tarantino che ne ha per tutti..

sbarchi

Don Luigi, dopo l’ assassinio del sacerdote nella Chiesa di Francia possiamo parlare di  Islam moderato?

” No, lo dicevo prima e lo ripeto ora. Il principio è semplice. Il cristianesimo si fonda sul Vangelo che predica amore. L’Islam ha al centro il Corano che di amore è privo e leggendolo, si  apprende che per essere buoni fedeli occorre sottomettere chi non  crede, con metodi che pacifici non sono, con la forza, sgozzando: si legga la biografia di Maometto. Dunque, essendo l’ Islam fondato sul Corano di quale moderazione parliamo?  Oggi è in atto una guerra di religione e di civiltà che ci hanno dichiarato”.

Il tutto è legato al problema immigrazione, che fare?

” Il povero, di qualunque  etnia e condizione sia, va  messo in sicurezza e protetto. Però, lo ricavo dalle notizie e dai dati diffusi, da noi ll 97  per cento dei migranti sono finti rifugiati e non hanno diritto all’asilo. Per questo è bene aiutarli nelle loro terre, a casa loro.  Qui non stiamo più mettendo in pratica la parabola del Buon Samaritano, ma quella del bravo albergatore, visti gli affari di certi hotel con i migranti”.

Oh bella…

” Il Buon Samaritano soccorreva, ma alla fine dei conti, l’ albergatore era quello che incassava. Ecco, ho la sensazione che dalla immigrazione beneficino certi albergatori che poi si fanno i soldi. Trovo incettabile che moltissimi italiani stentino , non sappiano come arrivare alla fine del mese o siano sfrattati e lo Stato assicura a chi viene da fuori ogni protezione , anche la pensione completa. Mi pare evidente che ci siano degli interessi finanziari e che questo sistema ci viene imposto da una cupola massonica che vuole gli immigrati. Siamo al cospetto di una invasione programmata che sta trasformando l’ Europa in Eurabia, che vuole cancellare la identità di un popolo con un altro. Questa situazione, per quanto riguarda l’ Italia, è figlia di una illegalità diffusa nella quale persino i governi ci sono imposti e non hanno legittimazione parlamentare. L’ immigrazione è una macchina da soldi e garantisce rendite di posizione politiche, penso alla Boldrini”.

Che esperienza ha lei con i migranti?

” Io non ho nulla contro di loro e per me i poveri sono tutti uguali, ma proprio perché sono così dico che vanno aiutati anche gli italiani e che se proprio vogliamo, la carità inizia dai vicini. Molti di questi soggetti partono dalle loro terre come agnellini, poi qui diventano padroni, non rispettano le regole, perché a loro sembra tutto concesso e persino buttano il cibo, quel cibo che tanti italiani cercano tra i cassonetti”.

Che pensa infine della maternità surrogata di Vendola?

” Una cosa orribile e prego per quel povero bambino, una vittima. Dico che quella creatura la abbiamo pagata tutti noi cittadini con soldi pubblici”.

Bruno Volpe – -  lafedequotidiana.it



   

 

 

2 Commenti per “Don Luigi Larizza: “Un’invasione programmata trasforma l’Europa in Eurabia””

  1. Magnifico articolo!

  2. Giorgio Precchia

    Concordo totalmente, con particolare riguardo a quanto concerne il riferimento alla situazione italiana: qui tutti (o quasi…) rubano e i politici al governo, ancorché illegittimo, obbedendo agli ordini di chissà chi, traggono beneficio economico dall’immigrazione, infischiandosene delle conseguenze… E noi sopportiamo tutto e chi si permette di criticare è tacciato di “populismo”… E con questo il problema è sistemato. Ma quando ci decideremo a reagire a queste bande di cialtroni che ci opprimono?!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -