Mancini colpito con segnale stradale, “ha reagito in modo eccessivo”. Resta in carcere

 

AMEDEO-MANCINIIl Tribunale del Riesame ha respinto l’istanza di scarcerazione avanzata dai legali di Amedeo Mancini, il fermano di 39 anni indagato per omicidio preterintenzionale per la morte del richiedente asilo nigeriano Emmanuel Chidi Nnamdi a seguito di una colluttazione a Fermo il 5 luglio scorso.

“Un provvedimento ingiusto, attendiamo le motivazioni – ha detto l’avv. Francesco Di Minicis, che difende Mancini insieme al collega Savino Piattoni – per entrare nel dettaglio, ma siamo anche pronti a ricorrere in Cassazione”.

Ha reagito in modo eccessivo all’aggressione subita dal nigeriano

Secondo De Minicis, comunque, durante l’udienza del Riesame, “è stato accertato che Mancini ha reagito in modo eccessivo ad un’aggressione subita da parte del nigeriano”, che aveva reagito alla frase “scimmia africana” rivolta dall’italiano alla compagna Chinyere. Mancini ha sempre detto che li avrebbe insultati dopo averli visti armeggiare presso un’auto in sosta.

Emmanuel aveva colpito l’italiano con un segnale stradale mobile e durante una colluttazione aveva ricevuto un pugno, cadendo a terra: trasportato in ospedale, era morto dopo qualche ora in coma irreversibile.



   

 

 

1 Commento per “Mancini colpito con segnale stradale, “ha reagito in modo eccessivo”. Resta in carcere”

  1. Che significa ha reagito in modo eccessivo? forse doveva reagire facendogli una carezza e nel frattempo prendersi un’altra bastonata magari in testa? e andare lui al cimitero? aggiungerei che credo nel Mancini che questi Clandestini cominciamo a chiamarli x nome non migranti, di solito con la scusa di stare davanti gli Ospedali e grossi centri commerciali sui lungomari, qualche furto li fanno pure nella mia cittadina, e altre località vicine hanno rubato circa 300/400 bici beccati dalle forze dell’ordine in 2 località diverse!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -