Donna rifiuta le cure “sono morta 15 anni fa quando è morto mio figlio”

 

letto_ospedaleCAGLIARI – Una donna tra i 70 e gli 80 anni, con un tumore in fase ormai terminale, rifiuta le cure perchè, dice, “sono morta 15 anni fa quando è morto mio figlio di soli 33 anni per un infarto”.

A raccontare la storia è un emozionato medico cagliaritano di 37 anni, Marco Deplano, urologo in servizio all’ospedale Sirai di Carbonia, nel Sulcis. E’ stato lui stesso a svelare sul suo profilo Facebook la visita alla paziente del reparto di Urologia, riportando il dialogo con l’anziana donna.

“I figli sono sistemati, i nipoti pure, io devo tornare da mio figlio – spiega la paziente – Che senso ha vivere qualche giorno in più con un sacchetto, soffrendo e facendo penare i miei cari, io ho una dignità. Ti offendi se non voglio fare nulla? Io sono stanca e mi affido alle mani di Dio”. Il medico ha tentato di convincere l’anziana, ma non è servito a nulla e dopo un bacio, “come quelli che i figli danno alle mamme”, la donna è stata riportata in reparto. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -