Libia, Saif al Islam Gheddafi “libero dal 12 aprile”

 

Il figlio del defunto leader libico Muammar Gheddafi, Saif al-Islam, “è stato liberato lo scorso 12 aprile” usufruendo di un’amnistia generale che ha annullato la sua condanna a morte. A confermare la notizia diffusa da media libici, è il suo avvocato britannico citato dal Guardian.

gheddafi-figlio

Il suo legale, Karim Khan, ha anche fatto sapere che presenterà una petizione alla corte penale internazionale (CPI) per far cadere un mandato di cattura inetrnazionale emesso contro il suo assistito al fine di permettere a Saif al Islam, che si troverebbe in Libia di viaggiare all’estero senza affrontare l’arresto.

Saif, di 44 anni, il più noto degli otto figli di Gheddafi, è stato condannato a morte da un tribunale di Tripoli lo scorso luglio. Khan ha detto la sentenza era stata annullata dal nuovo governo di concordia nazionale sostenuto dalle Nazioni Unite e ora Saif si trova in un luogo sicuro della Libia dopo essere stato liberato dagli arresti domiciliari a Zintan, città a sud-ovest della capitale Tripoli dove ha trascorso cinque anni.

“E’ stato rilasciato a Zintan. Il rilascio, mi hanno detto, è avvenuto il 12 aprile dopo un ordine da parte del governo centrale”, ha detto Khan aggiungendo che il suo assistito ora “è in Libia, in buona salute, al sicuro ed sta bene”. Il rilascio segna una svolta importante per un volto dell’ex regime accusato di aver sostenuto suo padre durante i bombardamenti americani e la rivoluzione colorata innescata dagli USA nel 2011. E dopo l’uccisione del padre nell’agosto dello stesso anno, Saif è stato catturato nel deserto del Sahara mentre stava cercando di fuggire nel Niger.

“C’è stato un processo, ci fu una condanna a morte. Dopo di che c’è stato un condono “, ha detto il suo legale prima di aggiungere: “Ho intenzione di depositare una domanda al CPI sull’inammissibile ai sensi dell’articolo 20 dello Statuto concernante la doppia condanna”. Per Khan infatti un imputato non può essere processato due volte per lo stesso reato. (con fonte askanews)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -