Libia: Tripoli chiede sostegno militare alla Russia

 

Tripoli – Forse ispirato dalla svolta sul campo in Siria dopo l’intervento militare russo dello scorso 30 settembre anche il governo di unita’ nazionale libico chiede aiuto a Mosca.

Il ministro della Difesa del governo di accordo nazionale libico, Mahdi al Barghouti, ha ricevuto ieri Ivan Molotkov, il capo della missione russa in Libia che si e’ trasferita a Tunisi dall’estate del 2014. Secondo quanto riferisce il sito informativo libico “al Wasat”, i due hanno discusso della cooperazione militare tra Libia e Russia. In particolare al Barghouthi ha chiesto aiuto per l’assistenza militare all’esercito libico fedele a Tripoli, composto in buona parte dalle milizie di Misurata e sostegno nella formazione e addestramento del personale.

Il diplomatico russo ha affermato che “Mosca e’ pronta a dare il suo appoggio per la stabilita’ in Libia aiutando le forze armate a combattere il terrorismo”. Molotkov e’ stato ricevuto anche da Fayez al Serraj, il premier del governo di accordo nazionale, al quale ha detto che pero’ per la Russia non puo’ esserci un governo di unita’ nazionale “legittimo” in Libia finche’ non avra’ ricevuto l’approvazione del parlamento di Tobruk.

Il governo di accordo nazionale libico del premier Sarraj nel frattempo ha ricevuto il sostegno ufficiale della Lega araba, dopo l’appoggio garantito da Onu e paesi occidentali. Ora il governo insediato a Tripoli dal 30 marzo scorso rappresenta a tutti gli effetti la Libia all’interno del consesso pan-arabo. Nel corso della riunione dei ministri degli Esteri dei paesi della Lega araba che si e’ tenuta nel fine settimana scorso al Cairo, il ministro degli Esteri di Tripoli, Mohammed Taher Siala, ha ottenuto il seggio che spetta al suo paese come nuovo rappresentante della Libia, cosi’ come e’ stato dato il via libera per la nomina del nuovo ambasciatore di Tripoli presso l’istituzione panaraba. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -