Libia, orrore Isis a Sirte: decapitazioni e crocifissioni

 

libia-isis

Mentre l’attenzione della comunità internazionale è rivolta principalmente ai crimini commessi dai jihadisti in Siria e Iraq, il sedicente Stato islamico (Is) commette atrocità di ogni tipo a Sirte, sua roccaforte in Libia. La denuncia è contenuta nell’ultimo rapporto di Human Rights Watch (Hrw), che riporta alcune “scene di orrore” raccontate da testimoni, commesse da febbraio 2015.

Tra queste, anche la decapitazione di decine di residenti della città costiera accusati di essere spie, ma anche la crocifissione o la fustigazione per ‘reati’ come aver fumato una sigaretta o aver ascoltato musica.

Secondo Hrw, l’Is ha assegnato ai suoi militanti le case e tutti i beni sequestrati ai residenti che si sono dati alla fuga. E anche medicinali, cibo, carburante e contanti sono assegnati ai jihadisti. Chi rimane, si legge nel rapporto, rischia la morte per decapitazione o per fucilazione, con accuse che vanno dall’essere oppositori o spie fino alla stregoneria e alla blasfemia.

“Come se le decapitazioni e le fucilazioni dei presunti nemici non bastassero – afferma nel rapporto Letta Tayler, esperta di terrorismo – l’Isis causa terribili sofferenze a Sirte anche per i musulmani che si adeguano alle sue regole”.

Sono 49 le esecuzioni in città attestate da Hrw, ma sono numerosi anche i rapimenti o i casi di persone scomparse. I jihadisti hanno aperto almeno tre carceri, uno dei quali in quella che era una scuola. Sono state chiuse tutte le banche tranne una e le comunicazioni con il mondo esterno sono possibili solo attraverso internet point gestiti dai jihadisti.

L’università ha sospeso le lezioni, dopo che l’Is ha vietato l’insegnamento di materie come la storia e ha imposto la divisione tra ragazzi e ragazze. Le scuole sono gestite dall’Is e gli insegnamenti si concentrano sulla religione e sul diritto islamico. “La natura e la dimensione delle esecuzioni e degli altri atti dell’Isis in Libia – afferma Hrw – possono indurre a parlare di crimini contro l’umanità”. adnkronos

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -