Bologna: “le sedie devono essere bianche, non colorate”, vigili vogliono multarla

 

Sedie colorate

Foto da Bologna Today

BOLOGNA – La giovane titolare del chiosco-gelateria di Piazza dell’Unità sui giornali non ci voleva finire. Eppure, da alcune segnalazioni partite dai clienti, la questione dei colori del suo dehors e soprattutto delle sedie variopinte – sostituite con la tinta unita dopo un ammonimento da parte della Polizia Municipale – sono diventate spunto per un’analisi di quello che è giusto o meno che sia regolamentato.

LA STORIA SU BOLOGNA TODAY – “Sapevo dell’ordinanza e della regola dei colori, ma pensavo valesse solo per il centro – ha dichiarato timidamente la giovane imprenditrice di origini iraniane – ringrazio anzi i vigili per non avermi multata subito e per avermi dato la possibilità di sostituire le sedie con quelle bianche, che fortunatamente avevo già e che non ho dovuto acquistare. Quando torneranno a controllare mi diranno se queste vanno bene… Non volevo attirare l’attenzione, nè volevo che nascessero delle polemiche. So che ci sono state reazioni politiche dopo un articolo uscito, ma io volevo tutto ciò. Voglio rispettare le regole”.

POLEMICA – A far notare quella che per molti è “un’assurdità” sono stati infatti alcuni frequentatori e ‘vicini’ della gelateria: “Qui in zona abbiamo problemi ben maggiori e forse un po’ di colore fa solo bene” il commento di un residente di Via Franco Bolognese. “I vigili potrebbero dedicarsi ad altre irregolarità più gravi”.

today.it



   

 

 

1 Commento per “Bologna: “le sedie devono essere bianche, non colorate”, vigili vogliono multarla”

  1. Per i vigili, ogni pretesto è buono per fare cassa!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -