Manifestazione contro Salvini a Bologna. Scontri con la polizia

 

Scontri tra polizia e manifestanti a Bologna dove è in corso un corteo contro la visita di Matteo Salvini. Dopo alcuni contatti e un secondo tentativo dei manifestanti contro la visita a Bologna del leader della Lega Nord di risalire via Risorgimento, per raggiungere la Facoltà di Ingegneria dove è in corso l’incontro tra Matteo Salvini e il Rettore di Bologna, Francesco Ubertini, ci sono state un paio di cariche di polizia, che hanno allontanato i manifestanti che hanno lanciato a loro volta uova e ortaggi.

“Non è possibile – ha detto Salvini – che ogni volta Bologna sia ostaggio di un manipolo di delinquenti che vanno a scontrarsi con la polizia, che lanciano oggetti, fanno casino, quella non è contestazione, è delinquenza e come tale va trattata“. “Se studiassero di più – ha detto – farebbero meglio alla costruzione del loro futuro. Poi se qualcuno contesta le idee di Salvini con le proprie idee è benvenuto”.

In mattinata il leader della Lega ha anche lanciato un aut aut a Silvio Berlusconi. A”Berlusconi? Riconosco che ha fatto molto, ma io sono pronto”. Lo ha ribadito Matteo Salvini a Radio Padania. Secondo il segretario della Lega, “Berlusconi dovrà scegliere nelle prossime settimane che tipo di futuro vuole per se’ e FI, se lo vuole come in Veneto, dove governiamo insieme, o come a Roma, dove va con Fini e Casini”. “Abbiamo contro tutti – ha detto parlando dell’ambizione di guidare il centrodestra -: la stampa, le multinazionali, la magistratura, la scuola. Ci vuole coraggio ad andar soli contro tutti i poteri forti”. ANSA



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -