Il Fmi ordina all’Ucraina di aumentare le tariffe del gas del 100%

 

Lagarde, head of the International Monetary Fund (IMF) meets with Ukrainian President Poroshenko in the Swiss mountain resort of Davos

Il consiglio dei ministri ucraino ha eseguito la richiesta del Fondo Monetario Internazionale portando i prezzi interni del gas ai livelli di mercato. Il corrispondente decreto governativo è stato adottato oggi, riporta “RIA Novosti Ucraina”.

Dal 1° maggio verrà cancellata la tariffa ridotta che è stata utilizzata durante la stagione invernale: ora le imprese e la popolazione avranno una tariffa uniforme per il gas. Allo stesso tempo, in base agli accordi precedenti di Kiev raggiunti con il FMI, il prezzo del gas per la popolazione dovrà essere incrementato dal 50% al 75% del valore di mercato.

Il 25 aprile la compagnia energetica ucraina “Naftogaz” ha reso noto che negli ultimi 10 anni Kiev ha speso circa 60 miliardi di dollari per garantire alla popolazione tariffe basse sul gas. E’ stato osservato che con questo denaro si sarebbe potuto modernizzare 2 volte i sistemi di riscaldamento di tutti i palazzi del Paese. In aggiunta, per tenere in piedi il programma, il governo è stato costretto a richiedere prestiti che i cittadini ucraini dovranno ripagare.

L’economicità apparente del gas si è riversata sull’utilizzo inefficiente, afferma la compagnia. Come osservato, l’Ucraina è in ritardo rispetto vicini nella modernizzazione degli alloggi e degli edifici pubblici per l’assenza di incentivi per migliorare l’efficienza dell’utilizzo del gas.

Di conseguenza, secondo il comunicato, si è creata una situazione paradossale: l’Ucraina è tra i primi dieci Paesi che forniscono maggiori sovvenzioni nel settore del gas, tuttavia tra questi Stati è l’unica a non essere un esportatore di petrolio e gas. Inoltre è dipendente dalle importazioni di gas russo.

La crescita delle tariffe dei servizi comunali, in parte sovvenzionati dallo Stato ucraino, era una delle condizioni per l’assistenza finanziaria da parte del Fondo Monetario Internazionale (FMI).

Secondo il memorandum di cooperazione con l’FMI, il 1° aprile 2016 era la data entro cui per la terza volta di fila sarebbero dovute aumentare le tariffe per il gas, ma allora il governo aveva rinviato di un mese la decisione.

it.sputniknews.com



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -