Migranti, Austria e Germania attaccano l’Italia: “non protegge il confine sud”

 

ministri-austria-germania

E’ approdata nel porto di Catania la nave tedesca Frankfurt con a bordo 352 migranti, che erano stati prelevati nel Canale di Sicilia (presso le coste libiche) mentre erano a bordo di tre gommoni. Circa duecento clandestini saranno trasferiti nel Cara di Mineo, i restanti 150 a Messina.  corrierequotidiano.it

Mentre le navi tedesche portano migranti in Italia,  il ministro dell’Interno tedesco Thomas de Maiziere e il suo omologo austriaco Wolfgang Sobotka - nel corso di una conferenza stampa congiunta a Potsdam – hanno invitato l’Italia ad assumersi maggiori responsabilità per quanto riguarda la cosiddetta crisi dei rifugiati in corso e fare di più per proteggere in confine meridionale. “L’Italia è consapevole della serietà della situazione” e “adesso deve trattare con il nuovo governo libico”.

“L’Italia sa bene che dovrebbe, deve e dovrà contribuire alla trasparenza della zona Schengen così le persone potranno viaggiare liberamente. Quello che stiamo discutendo oggi è un compito italiano, che non comprende solo trattare con i rifugiati che arrivano in Italia, ma anche gli sforzi comuni e la cooperazione con il nuovo governo libico, al fine di evitare il trasporto illegale di profughi dalla Libia verso l’Italia”, ha dichiarato de Maiziere.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -