Bologna, aggredito per il cellulare: agenti in ospedale, 2 stranieri arrestati

Bologna – Rapina in via del Pratello: vittima aggredita per il cellulare e agenti in ospedale

Ambulanza-poliziaUn cittadino spintonato e preso a pugni per lo smartphone e due agenti finiti in ospedale, uno dei quali con una frattura alla mano. E’ il risultato di un tentativo di rapina consumatosi ieri sera in via del Pratello. Sono finiti in arresto gli autori: si tratta di un cittadino tunisino di 20 anni, regolare sul territorio e con precedenti all’attivo, e un minorenne rumeno di 17 anni, residente regolarmente nella provincia di Reggio Emilia.

E’ successo intorno alle 21.30. Da quanto riferisce la polizia, intervenuta sul posto, la vittima – un 55enne italiano – stava camminando da sola in strada quando è stata avvicinata dai due malintenzionati, che gli hanno chiesto dei soldi. Difronte al diniego dell’uomo, la coppia non ha esitato ad aggredirlo tentando di strappargli l’iphone. Il malcapitato è stato dapprima spintonato, poi colpito al volto con un pugno.

Nel parapiglia il telefonino è caduto a terra, il 55enne è riuscito a riprenderlo e chiamare le forze dell’ordine. A quel punto i due stranieri si sono allontanati, ma poco dopo gli agenti – intervenuti sul posto – li hanno rintracciati nei pressi del luogo dell’aggressione. Alla vista dei polizotti, i due sono andati in escandescenza, avventandosi contro di loro. Due poliziotti sono finiti in ospedale: uno colpito alle ginocchia, l’atro ha guadagnato una frattura ad una mano.

Infine le forze dell’ordine sono riuscite a placare i due stranieri, che sono stati tratti in arresto: il minore si trova ora nel penitenziario del Pratello, il maggiorenne è stato recluso alla Dozza in attesa della convalida.

bolognatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -