Francia, multa fino a 3.500 euro ai clienti delle prostitute

 

6 apr. – I deputati francesi si preparano ad approvare una controversa legge che mette fuori legge il sesso a pagamento e punisce i clienti delle prostitute con multe dai 1.500 ai 3.500 euro.

prostit-bologna

Le lavoratrici del sesso si preparano a manifestare fuori dal Parlamento contro una legge che colpisce le 30mila prostitute di Francia, quattro su cinque straniere. Sostenuta dal governo francese, le legge languiva da quasi due anni e mezzo in Parlamento.

Non sono profughi. Hanno tra i 18 e i 35 anni e sono per lo più uomini soli

Tutti i Paesi europei puniscono lo sfruttamento della prostituzione, ma la Francia si prepara a diventare il quinto, insieme a Svezia, Norvegia, Islanda e Gran Bretagna, a punire i clienti. In Francia, il Senato dominato dal centrodestra è contrario, ma dopo due dibattiti in ciascuna delle due camere del Parlamento, il voto spetta all’Assemblea nazionale, in cui ha la maggioranza la sinistra. La legge prevede una multa di 1.500 euro per chi paga una prostituta per sesso, aumentata a 3.500 euro per i recidivi.

La proposta introdotta nel 2013 ha diviso l’opinione pubblica francese e 343 figure pubbliche, giornalisti, scrittori e attori, hanno firmato un “manifesto delle canaglie” in cui si rifiutavano di essere dipinti come “pervertiti o psicopatici” e negavano ai deputati il diritto di “legiferare sui nostri desideri o i nostri piaceri”.

La senatrice socialista Maud Olivier, autrice del testo, ha risposto che le prostitute sono “vittime e non più delinquenti”. La legge prevede che i condannati frequentino corsi obbligatori per conoscere le condizioni di vita delle prostitute e stanzia 4,8 milioni di euro l’anno per aiutare le donne a trovare altri lavori, oltre a concedere un permesso di soggiorno di sei mesi per le straniere. La maggior parte delle ragazze proviene da Est Europa, Africa, Cina e America Latina.

Ieri 13 associazioni di sostegno delle prostitute hanno attaccato una legge che minaccia i redditi della ragazze ed è “essenzialmente repressiva”. “Vediamo le conseguenze. Chi può se ne va all’estero e le altre cercheranno dei mediatori per metterle in contatto con i i clienti” dice Morgane Merteuil del sindacato delle prostitute STRASS. Gli esperti sottolineano che è difficile testimoniare il passaggio di denaro e la legge non riesce a identificare chi compra il sesso su internet, ad esempio attrverso i siti di incontri sentimentali.  ((askanews) – fonte Afp)

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -