Perquisisce 4 borseggiatori nomadi, indagato maresciallo dei Cc

 

Rimini, 2 aprile 2016 – Maresciallo dei dei carabinieri sotto inchiesta per avere perquisito arbitrariamente quattro presunti borseggiatori. Perquizione che secondo il magistrato non si poteva fare senza il via libera della Procura.

nomadiLa storia riportata del Resto del Carlino,  risale a oltre due mesi fa, durante il salone dedicato al mondo della gelateria e pasticceria che attira a frotte anche i borseggiatori. Per questo vengono puntualmente organizzate dalle forze dell’ordine pattuglie sia in divisa che in borghese anche sugli autobus, molto affollati, per cui  tenere la situazione sotto controllo per i militari è quasi impossibile. Così quando il quartetto di nomadi scende alla fermata in centro, i militari fanno la stessa cosa e li bloccano. Sono tre donne e un uomo, con già precedenti specifici, e i carabinieri decidono di portarli in caserma per effettuare una perquisizione personale: esssendoci delle donne, servono le colleghe.

Il controllo non porta ad alcun risultato, se hanno ‘colpito, come gli investigatori suppongono, si sono già liberati di qualsiasi cosa li possa inchiodare. Di lì a qualche giorno, la ‘bomba’: il maresciallo responsabile della perquizione finisce sotto indagine della Procura per perquisizione arbitraria: il magistrato non è stato avvertito prima e senza il suo via libera, nessuno poteva mettere la mani addosso ai quattro presunti borseggiatori.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -