Bologna: Pc rubati in scuole e uffici ritrovati in un casolare, arrestati 3 rumeni

Bologna – Pc rubati in scuole e uffici: ritrovati in un casolare, dove bivaccavano 3 abusivi

I Carabinieri della Stazione di Sasso Marconi, durante un servizio di contrasto ai reati predatori, hanno arrestato tre rumeni di 14, 18 e 41 anni, senza fissa dimora, per furto aggravato e ricettazione in concorso.

Ieri mattina, i militari sono entrati in una villetta in disuso, di proprietà del “Gruppo Ferrovie dello Stato”, in via Spolverino, lungo la tratta ferroviaria che collega Bologna a Porretta Terme, ed hanno trovato i tre soggetti che stavano dormendo all’interno di una stanza situata al primo piano. Ispezionando l’area, è stato possibile rinvenire tre computer portatili di provenienza furtiva: due erano stati rubati il 6 marzo scorso presso la Scuola Secondaria di Primo Grado “Don Milani” di Grizzana Morandi, mentre il terzo era stato asportato da uno studio odontoiatrico di Savigno durante la notte. Inoltre, i tre soggetti si erano attrezzati con tanto di cucina portatile e termosifone elettrico che alimentavano attraverso un cavo di corrente allacciato abusivamente e pericolosamente a una cabina elettrica all’esterno dello stabile.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, i due soggetti maggiorenni sono stati rimessi in libertà (Art. 121 delle disposizioni attuative del c.p.p.), mentre il 14enne è stato tradotto presso il Centro di Giustizia Minorile del Pratello in attesa di ulteriori provvedimenti.

bolognatoday.it



   

 

 

1 Commento per “Bologna: Pc rubati in scuole e uffici ritrovati in un casolare, arrestati 3 rumeni”

  1. sergio zerial

    ma non era meglio avvisare l’ambasciata e mandarli via come indesiderati???

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -