Fondi Petrobras: chiesto l’arresto per Lula, l’amico di Renzi

 

renzi-lula

Nel quadro dell’inchiesta sui fondi neri di Petrobas è stata formalizzata a Luis Inàcio Lula da Silva l’accusa di riciclaggio, per la mancata dichiarazione della proprietà di una casa in riva al mare a Guaruja.

Lula è l’amico di Renzi che non ha mai voluto consegnare all’Italia il terrorista Cesare Battisti che durante gli anni di piombo insanguinò l’Italia con la formazione dei Pac, i proletari armati per il comunismo, poi processato e condannato a due ergastoli per quattro omicidi e a svariati anni di carcere per insurrezione armata, possesso illegale di armi, rapina, furto.

Renzi è quell’amico di Lula che, nonostante abbia avuto l’opportunità di fare uno scambio, non si sognò di prendere in considerazione la possibilità di far ritornare in Italia Battisti in cambio del banchiere Henrique Pizzolato, l’ex-direttore del Banco do Brasil accusato di tangenti. Lula, che la scorsa settimana è stato interrogato in relazione alla possibile ristrutturazione della proprietà, effettuata dalla compagnia Oas, che figura formalmente come proprietaria dell’immobile in cambio di favori politici, ha accusato la procura di accuse politicamente motivate.

Armando Manocchia



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -