Terrorismo, Coisp: “Non solo accogliamo i criminali, li sovvenzioniamo pure”

 

Terrorismo, il 37enne arrestato a Mestre percepiva da anni il sussidio di disoccupazione, il Coisp: “Perché limitarci ad accogliere i criminali? Meglio sovvenzionarli anche… Bisogna cambiare le regole”

“Ma poi perché mai dovremmo cambiare le regole dell’ingresso di immigrati in Italia? Che male c’è ad accogliere i criminali, anzi… meglio sovvenzionarli pure, no? L’ennesima assurda storia venuta fuori a Mestre dovrebbe piuttosto fa riflettere. Quel che denunciamo da anni in tema di sicurezza ed immigrazione trova quasi quotidianamente conferme che non possono più essere ignorate. L’assoluta necessità di controlli più severi ed approfonditi, di un serio filtro alle frontiere, di verifiche continue, costanti e capillari sui flussi di ingresso e sulla permanenza di chi giunge nel Paese non è più negabile, e considerato il massiccio incremento del fenomeno migratorio, oltre alle precarie condizioni in termini di numeri e mezzi a disposizione per affrontarlo, siamo ben lontani dal poterli garantire. L’efficienza delle Forze dell’Ordine che intervengono in situazioni di rischio e svelano circostanze inquietanti come quelle del caso in questione, non riduce in alcun modo l’impellenza di intervenire prima che il pericolo si concretizzi”.

Così Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, dopo l’arresto di Ajhan Veapi, il 37enne macedone finito in manette a Mestre, ma residente ad Azzano Decimo, perché indagato per arruolamento con finalità di terrorismo anche internazionale.

isis-macedone-venezia

L’uomo, come hanno riportato i media, percepiva il sussidio regionale di disoccupazione ed era anche seguito, sempre a spese dello Stato, dai servizi sociali dell’Ambito assistenziale. Il fondo regionale di solidarietà del Friuli Venezia Giulia garantiva al muratore arrestato per terrorismo, da almeno due anni, una cifra di circa 500 euro al mese.

“Si tratta di situazioni che, oltre tutto, hanno risvolti intollerabili – insiste Maccari – per la maggior parte degli italiani che fanno grandi sacrifici quotidiani che non di rado non servono neppure a garantirsi un’esistenza dignitosa, e fra questi, ovviamente, rientrano molti Appartenenti alle Forze dell’Ordine chiamati a neutralizzare quegli stessi criminali che entrano senza problemi in Italia e poi intascano pure il sussidio di disoccupazione mentre tutto il loro impegno è dedicato a ben altro”.

COMUNICATO STAMPA COISP

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

1 Commento per “Terrorismo, Coisp: “Non solo accogliamo i criminali, li sovvenzioniamo pure””

  1. A ME MI PARE , CHE SI STIA FACENDO DELLE SQUADRE D’ASSALTO “IRREGOLARI” DAL POTERE CONTRO LE PERSONE ONESTE … ^ LE PERSONE ONESTE “FREMONO” SI POTREBBERO RIBELLARE ALLE “SANGUISUGHE” = .LA POLIZIA COME TUTTE LE ALTRE FORZE CRABINIERI FINANZA ECC… “MATURATE , OD IN VIA DI MATURAZIONE DEMOCRATICA , NON SONO PIU’ ATTENDIBILI DAL POTERE OCCULTO. CHE HA RIDOTTO LìITALIA “SEVI E PADRONI – PLEBEI E PATRIZI .
    A ME APPARE CHE STANNO RISCHIANDO TANTO. ANCHE SE IL PAPA SULLA TRIBIA PORTA LE CHIAVI DEL PARADISO, SI GUARDA BENE DAL DIRE LA STRADA.!.
    X COISP
    IN UNO STATO DEMORCATICO FONDATO SUL DIRITTO, QUANDO I PREPOSTI ALLE ISTITUZIONI , SOSTITUISCONO IL DOVERE CON IL POTERE; LA GIUSTIZIA E’ MORTA , LA LIBERTA’ IN CATENE.!!! = POVERA TALIA.!!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -