Isis rivendica le stragi a Homs e Damasco, oltre 140 morti

 

isis-homs

E’ di 142 morti e 178 feriti il bilancio di una nuova ondata di attentati firmati dall’Isis in Siria, i più sanguinosi dall’ottobre 2014. A Homs, nel centro del Paese mediorientale, sono esplose due autobombe che hanno causato 59 morti, per lo più civili, e decine di feriti. L’attacco, rivendicato dal gruppo jihadista, è il piu’ sanguinso in Siria dall’ottobre 2014. La tv di Stato siriana ha diffuso le immagini di macerie, soccorsi e fumo nero nel luogo dell’attacco, avvenuto a Al-Zahraa, un sobborgo della città controllata da regime colpito gia’ in passato.

Un altro attacco, anche questo attribuito all’Isis, ha causato almeno 83 morti a sud di Damasco: quattro esplosioni, almeno una delle quali innescata con un’autobomba, hanno fatto tremare la localita’ di Sayeda Zeinab, dove si trova un mausoleo sciita. Il bilancio arriva dalla tv siriana e dall’Osservatorio siriano per i diritti umani. Sayeda Zeinab e’ un luogo sacro per gli sciiti, frequente meta di pellegrinaggio, perche’ ospita il mausoleo dedicato a una delle nipoti di Maometto. A gennaio, in un attentato rivendicato dall’Isis nei pressi dello stesso mausoleo erano morte almeno 70 persone.

I due attentati sono stati rivendicati dall’Isis sul network jihadista Amaq. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -