Lavoro: 2015 “a nero” nelle aziende cinesi

 

 

505 aziende controllate nella provincia di Firenze. E su oltre 2.000 lavoratori circa 300 sono risultati essere impiegati a nero. E’ il bilancio annuale stilato dal nucleo ispettorato del lavoro dei carabinieri di Firenze. Altre 381 persone sono state valutate “irregolari”, cioè assunte in violazione delle norme contrattuali. Circa il 50% dei lavoratori controllati sono extracomunitari, la maggior parte cinesi, egiziani, marocchini e tunisini. 26 di essi sono risultati privi di permesso di soggiorno.

Per quel che riguarda le sanzioni amministrative il nucleo ispettorato del lavoro ha accertato 470 violazioni, comminando ammende per oltre 1,4 milioni di euro. Le irregolarità riguardano proprio le violazioni contrattuali. Irregolarità che sono state accertate principalmente in aziende gestiti da cinesi. 105 i provvedimenti di cessazione delle attività per l’occupazione di lavoratori a nero in una percentuale di oltre il 20%. Pubblici esercizi, manifatturiero ed edilizia i settori maggiormente colpiti.

I carabinieri hanno accertato un’evasione da 863mila euro. In occasione della vendemmia, della raccolta delle olive e nell’attività del taglio boschivo sono state controllate 68 aziende agricole, 25 delle quali sono risultate irregolari.

firenzetoday.it



   

 

 

1 Commento per “Lavoro: 2015 “a nero” nelle aziende cinesi”

  1. E sapeste come quasi tutti sti cinesi si sono adeguati al sistema marcio di Prato…..ovviamente il tutto con l’ aiuto di italioti traditori e uno statucolo dalla parte dei delinquenti in questo caso evasori fiscali sopratutto.
    Ebbene un cinese apre ditta o un prestanome entro 2 anni la chiude cosi da poter fare nero a bizzeffe ed evitare controlli sanzioni e pene.
    Per non avere troppe rogne fattura il minimo indispensabile e assume a contratto a chiamata o a tempo parziale ma anziche fare solo le ore da contratto ne lavorano a nero quasi tutte.Ovviamente la manod’opera non manca anzi…. e questi ci opprimono le nostre attività economiche regolari facendoci concorrenza sleale.Sono peggio delle locuste.
    Io mi chiedo e vi chiedo :
    ma che statucolo è questo a cui noi cittadini onesti Italiani ci tartassa e invece di venirci incontro ci mette invece “i bastoni tra le ruote” e sta dalla parte di questi allogeni delinquenti ed ci é pure complice ed amico ????

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -