Islam, sharia in aereo: preghiera prima dell’imbarco e hostess con lo hijab

 

“Niente alcool, hostess con lo hijab e serviti solo gli alimenti permessi dall’Islam”. Ecco le regole da rispettare in Malesia sui voli Rayani Air tra Kuala Lumpur a Langkawi. Per la prima volta una compagnia aerea lancia le rotte che seguono i principi della Sharia, la legge islamica.

sharia-aereo

Jaafar Zamhari, amministratore delegato di Rayani Air, ha confermato che le nuove regole, che prevedono anche la preghiera prima dell’imbarco, saranno adottate su tutti i voli. Rigorosissimo il dress code: “E’ obbligatorio per il nostro personale di bordo – ha detto Zamhari – per le donne musulmane di indossare l’hijab e per i non musulmani di indossare un’uniforme decente“.

Gli aerei della Rayani Air coprono rotte turistiche e sono spesso utilizzati da passeggeri stranieri ma non è chiaro se anche i clienti non musulmani debbano rispettare i divieti imposti dalla Sharia. Sul sito si legge che la compagnia fornisce una “merenda pacchetto di benvenuto in omaggio”, tra cui una “gustosa focaccina, succo di frutta e noccioline”. Se qualcuno dovesse acquistare prima dell’imbarco alimenti non permessi dall’Islam, è possibile che gli siano sequestrati. tgcom24

 


 

ImolaOggi.it è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait. Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal





   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -