Chaouki ammette: “La violenza è la malattia dell’Islam, l’integrazione è fallita”

“La violenza è la malattia dell’Islam, l’integrazione è fallita, il buonismo di certa sinistra fa il nostro male. E a noi musulmani servirebbe un papa come Francesco”.

khalid_chaouki

Sono le parole di Khalid Choauki, che “confessa” le colpe dell’islam, il rischio del radicalismo, la ricerca di vendetta dei musulmani e gli errori della “sinistra chic che prova un falso senso di colpa verso l’immigrato, ritenuto pregiudizialmente dalla parte giusta”. Secondo Chaouki sarebbe un “atteggiamento che ofusca il buon senso e deresponsabilizza gli immigrati, che allo Stato non chiedono buonismo”.

Nella lunga intervista rilasciata a Libero, il deputato Pd ammette che l’islam andrebbe riformato: “Andrebbe riformata l’interpretazione del Corano con un concilio islamico che scomunichi la violenza e il terrorismo. Solo che purtroppo siamo ancora lontani da questo“. Un’interpretazione che porta al terrorismo islamico e alla violenza, una minaccia per l’europa: “Il mondo arabo – aggiunge Chaouki – ha un complesso di inferiorità verso l’Occidente che si porta dietro dai tempi della sconfitta dell’Impero Ottomano. Sa di aver perso la battaglia con la civiltà occidentale perché qui ci sono una libertà, una ricchezza e un rispetto per l’individio impensabili nel mondo arabo. Per questo i terroristi sono assetati di vendetta e voglia di riscatto“.

Vendetta. Il problema è che non esiste un controllo, un papa islamico che possa controllare tutti. Abbassare i toni. E poi c’è il Corano in cui – ammette Choauki – “c’è un versetto in cui il profeta annuncia che ‘un giorno prenderemo Roma’. La città eterna – aggiunge – è da sempre meta di conquista dell’Islam e ha un valore simbolico unico. La minaccia è reale”. Non solo. Perché la sete di vendetta islamica non si fermerà. “I musulmani – dice Chaouki – non si libereranno msi dall’odio verso l’Occidente finché non ci sarà una presa di coscienza che la violenza è purtroppo un cancro insito nella storia dell’islam e come tale va eliminato”.

Dal deputato dem indicazioni anche sugli imam radicali. “I leader politici e gli imam – dice – difendono il loro orticello e non curano gli interessi dei musulmani. Fanno propaganda, alimentano il vittimismo che genera rancore ma non propongono soluzioni. Parlano tanto di politica – conclude Chaouki – e poco di valori, sono litigiosi tra loro e fanno ancora troppo poco per una reale integrazione”. il Giornale



   

 

 

2 Commenti per “Chaouki ammette: “La violenza è la malattia dell’Islam, l’integrazione è fallita””

  1. Un papa come Francesco glielo regalerei volentieri, tanto non è cristiano, forse si troverebbe meglio con i mussulmani.
    Se Chaouki crede che la sinistra sbagli, che cosa ci fa a “sinistra”, come deputato oltretutto.
    L’islam non è interpretabile, Chaouki lo sa benissimo.
    Il Chaouki dell’intervista non sembra lo stesso di qualche giorno fa, però conoscendo l’islam so benissimo che la menzogna è consigliata da Maometto, se aiuta a far vincere l’islam, il profeta ingannava spesso i suoi nemici, per poterli uccidere più facilmente.
    Dunque, non credo ad una parola di questo “nuovo” moderato Chaouki, perchè sarebbe stupido credergli, perchè vorrebbe dire che non conosco la storia e la storiella “della rana e dello scorpione”.

  2. Adesso questo tizio parla da VERO rappresentante del popolo…Un’analisi veramente AZZECCATA. Dovrebbero parlare cosi’ gli altri poliltici islamici.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -