Orrore dell’Isis a Sinjar, in fosse comuni i corpi di 130 yazidi

 

Un’altra fossa comune contenente i corpi di 50 uomini yazidi e’ stata trovata a Shingal, villaggio a sud della citta’ irachena di Sinjar, recentemente liberatadallo Stato islamico (Isis). Lo riferisce l’agenzia d’informazione curda irachena “Rudaw”.

yazidi

Ieri le forze curde Peshmerga avevano trovato una fossa contenente i corpi di 80 ragazze yazide.

Venerdi’ scorso, 13 novembre, il presidente della regione autonoma del Kurdistan iracheno, Masoud Barzani, aveva annunciato la vittoria sullo Stato islamico a Sinjar in una conferenza stampa trasmessa in diretta dal monte Kursi, che domina la citta’ a nord. L’Isis conquisto’ Sinjar nell’agosto del 2014, circa due mesi dopo la presa di Mosul e la proclamazione del “califfato” da parte di Abu Bakr al Baghdadi. La presa della citta’ e’ stata caratterizzata da violenti massacri e da deportazioni di massa di membri della minoranza yazidi, definiti dagli estremisti islamici come “adoratori del diavolo”, a causa della loro antica religione di influenza persiana precedente alla nascita dell’Islam. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -