Toghe rosse; Minzolini condannato dal giudice ex sottosegretario di Prodi

 

E’ confermata la condanna a 2,5 anni per peculato (per l’uso delle carte di credito della Rai) ad Augusto Minzolini, ex direttore del Tg1. Lo ha deciso la VI Sezione Penale della Cassazione rigettando il ricorso del giornalista e parlamentare.

minzolini

Confermata anche quindi l’interdizione dai pubblici uffici per la durata della pena, come stabilito dalla Corte d’Appello di Roma il 27 ottobre 2014.

“Sono allibito – sottolinea Minzolini – ” nel collegio della corte d’appello che ha ribaltato la sentenza di primo grado c’era un ex sottosegretario dei governi Prodi e D’Alema. E’ come se Prodi o D’Alema dopo aver militato in politica per anni giudicassero Berlusconi. Questo è il sistema giudiziario italiano. Sono stato assolto in primo grado e condannato in appello a una pena maggiore di quella che chiedeva l’accusa. Qualcuno mi vuole fuori dal Parlamento“.

Secondo l’accusa, Minzolini aveva superato in 14 mesi il budget messo a disposizione dall’azienda: la somma contestata, circa 65 mila euro, e’ stata completamente restituita alla Rai. Minzolini era stato invece assolto in primo grado con la formula “perche’ il fatto non sussiste”



   

 

 

1 Commento per “Toghe rosse; Minzolini condannato dal giudice ex sottosegretario di Prodi”

  1. Eppure nelle aule di tribunale c’è la famosa scritta”LA LEGGE E’UGUALE PER TUTTI”!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -