Firenze, scuola annulla la mostra: ​”I crocifissi urtano i non cattolici” (gli islamici)

Istituto scuola elementare annulla la gita a “Bellezza Divina”.  Niente mostra per i bambini delle classi terze della scuola elementare Matteotti di Firenze, per non urtare la sensibilità delle famiglie non cattoliche. (islamiche, ndr)

crocifisso-mostra

Annullare la visita alla mostra ‘Bellezza divina’ in corso a Palazzo Strozzi a Firenze per non turbare “la sensibilità delle famiglie non cattoliche” (islamiche) . È quanto avvenuto alla scuola elementare Matteotti secondo quanto scrive il quotidiano ‘La Nazione’. Il consiglio interclasse del 9 novembre scorso ha deciso di annullare, per tutte le terze elementari, la visita già programmata con una motivazione molto chiara: “Per venire incontro alla sensibilità delle famiglie non cattoliche visto il tema religioso della mostra” in cui sono presenti opere di Van Gogh, Chagall, Fontana, ma anche Picasso, Matisse e Munch.

Due righe, nero su bianco, prese dal verbale della riunione redatto da un rappresentante di classe e distribuito a tutti i genitori. Molti dei quali hanno protestato per la scelta. Che non è piaciuta neanche al sindaco della città. “Se è vero che, come scrive oggi La Nazione, una scuola fiorentina ha annullato la visita degli alunni ad una delle più belle mostre fiorentine di arte sacra degli ultimi anni ‘per venire incontro alla sensibilità delle famiglie non cattoliche’ saremmo davanti ad un fatto quantomeno insensato”, afferma Dario Nardella, in un post sul suo profilo Facebook.

“Una decisione insensata – spiega Nardella – non solo perché siamo da sempre la città del dialogo interreligioso, sul quale stiamo fondando una nuova Scuola Fiorentina internazionale con rabbino, cardinale e imam – ma anche perché sarebbe un errore grossolano escludere dalle scuole la fruizione del nostro patrimonio di storia e cultura che comprende oggettivamente anche l’arte sacra, che per forza di cose da noi è arte cristiana”.

“Senza togliere che alla mostra ‘Bellezza divina’ vi sono mirabili pitture del grande Chagall che proprio cattolico non è! A volte mi chiedo ma a cosa pensano certi insegnanti? Forse che io, cattolico, non possa fare una gita ad Istanbul o a Tel Aviv perché queste città ferirebbero il mio credo? La scorsa settimana abbiamo avuto 80 sindaci di tutto il mondo e di tutte le religioni che hanno condiviso il concetto che la libertà religiosa non si garantisce cancellando i simboli e vietando le fedi, ma, al contrario, esaltando le differenze facendole conoscere e convivere – conclude il sindaco Dario Nardella – Questa è la vera Firenze. Una città che non ha paura della sua storia, del confronto e delle differenze”. adnkronos



   

 

 

2 Commenti per “Firenze, scuola annulla la mostra: ​”I crocifissi urtano i non cattolici” (gli islamici)”

  1. Questo e ALLUCINANTE, ma questi CxxxxxxI lo vogliono capire che siamo in Italia a casa nostra, per il momento perché grazie a questi CxxxxxxI ci stanno portando verso il baratro ossia dobbiamo adeguarci, noi a questi Mussulmani che loro sono venuti in Italia e mantenuti dagli Italiani e vogliono dettar legge la loro legge a noi questo passa tutti i Limiti ed è una offesa alla nostra Storia e Civiltà, quello che anno asserito questa disdetta dovrebbero essere cacciati a calci nel sedere e che si vergognassero.

  2. VALERIO AGRASSI

    DA BRAVI COMUNISTI TRINARICCIUTI COLTIVANO L’IGNORANZA E IL LAVAGGIO DEL CERVELLO..POI GLI METTERANNO L’ANELLO AL NASO.
    AVANTI TROGLODITI…..MA SI POTRANNO TROVARE DELLE CONTROMISURE A QUESTO SCHIFO CARO RENZI,???? NON NASCONDERTI,IN QUESTI CASI DEVI DIRE LA TUA..STRONZO..VIENI A GALLA!!!!!!!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -