Corsico: donna in giro completamente velata, fermata e identificata

Ancora una donna con il burqa. Ancora una volta fermata e identificata, obbligata – come recita la legge – a mostrare il volto. E’ accaduto a Corsico, dopo l’episodio della scorsa estate.

niqab2

Secondo quanto riporta Il Giorno, con un articolo di Francesca Santolini, erano circa le 20.15 dell’altro giorno in centro nel Comune sudmilanese quando è successo il fatto. Alcuni cittadini hanno visto la donna passeggiare con indosso l’abito che copre tutto il corpo, viso compreso, e hanno chiamato i carabinieri.

Dopo aver raggiunto la giovane che nel frattempo, insieme a un’amica, si era seduta vicino alla fontana, le hanno chiesto le generalità. Sul posto è intervenuta anche la polizia locale che, già in agosto, aveva chiesto ad una donna che indossava lo stesso tipo di abito di rendersi identificabile o di allontanarsi.

Questa volta, a differenza della precedente, la musulmana fermata ha dovuto mostrare il viso, rendendosi riconoscibile per poter restare in un luogo pubblico. «La legge prevede che le persone debbano essere identificabili e quindi con il volto scoperto per questioni legate alla sicurezza – ha detto il sindaco, Filippo Errante – a Corsico la legge è uguale per tutti e va rispettata».

La legge di riferimento è la 152 del 22 maggio del 1975.

corsico.milanotoday.it



   

 

 

1 Commento per “Corsico: donna in giro completamente velata, fermata e identificata”

  1. Ha detto bene il sindaco, condivido pienamente.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -