Siria, Cameron: i raid russi aiutano il macellaio Assad

cameron

 

I raid russi in Siria stanno facendo peggiorare la situazione e di contribuisce ad aiutare il “macellaio” presidente Bashar Assad. Il primo ministro britannico, David Cameron (che non ha mai chiamato macellai i tagliagole dell’Isis, ndr) ha così condannato l’intervento militare di Mosca in Siria.

“È assolutamente chiaro – ha aggiunto Cameron – che le forze russe non stanno facendo differenza tra le postazioni dello Stato islamico e le forze di opposizione moderate impegnate nella lotta contro Assad. Di conseguenza, in realtà stanno appoggiando il macellaio Assad, aiutandolo e facendo davvero peggiorare la situazione”.

E ha precisato: “Dovremmo usare questo momento per cercare di forzare il piano globale verso la transizione politica in Siria perché questa è l’unica risposta per portare la pace nella regione” (LaPresse/PA)



   

 

 

1 Commento per “Siria, Cameron: i raid russi aiutano il macellaio Assad”

  1. Certo l’isis lo hanno creato e sovvenzionato gli USA è logico che anche gli inglesi non vogliono la pace nel Medioriente……a differenza della russia e di assad che tutto è tranne un macellaio…..andatevi a vedere le foto di come vivevano in siria prima della guerra e capirete che gli usa hanno voluto spezzare le gambe a Assad xche teneva la siria fuori dal FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE come anche libia,afganistan,venezuela,cuba etc… guarda caso ogni paese che non vuole il Fondo monetario internazionale ha problemi di guerre al suo interno. Forza BRICS e forza Russia vero pilastro della politica internazionale!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -