Oxfam: un quarto della popolazione europea ridotta in povertà

Poverty

 

In Europa ci sono 342 miliardari e 123 milioni di persone – quasi un quarto della popolazione – al limite della povertà. E’ la fotografia scattata da ‘Un’Europa per tutti, non per pochi’, il nuovo rapporto sulla disuguaglianza, lanciato da Oxfam che scrive:

Che ne è stato del modello sociale europeo? L’ampio dispendio di risorse pubbliche per salvare istituzioni private considerate “too big to fail” ha costretto i contribuenti a farsi carico delle perdite, ha causato l’incremento del debito pubblico e ha sostanzialmente ostacolato la crescita economica. A partire dal 2010 il costo degli aggiustamenti è stato trasferito sui cittadini che hanno dovuto far fronte per oltre cinque anni alla riduzione dei posti di lavoro e dei redditi.

Il rapporto Oxfam sbugiarda le bufale della Mogherini che ha avuto il coraggio direL’immigrazione durerà a lungo perche la UE è ricca, stabile e in pace

Un quadro che riguarda anche l’Italia: nel nostro paese il 20% degli italiani più ricchi oggi detiene il 61,6% della ricchezza nazionale netta, mentre il 20% degli italiani più poveri arriva appena allo 0,4%.

Tra il 2009 e il 2013 il numero di persone che viveva in una condizione di grave deprivazione materiale, vale a dire senza reddito sufficiente per pagarsi il riscaldamento o far fronte a spese impreviste, e’ aumentato di 7.5 milioni in 19 paesi dell’Unione Europea, inclusi Spagna, Irlanda, Italia e Grecia, arrivando a un totale di 50 milioni.

Dalla classifica che ordina gli Stati membri dell’Unione Europea secondo 7 parametri (tra questi disuguaglianza di reddito, deprivazione materiale, divario retributivo di genere), appare chiaro che nessun paese è immune da elevati gradi di disuguaglianza, con paesi come Bulgaria e Grecia che registrano il peggior risultato.

La classifica rivela anche come le politiche di governo possano contribuire ad accrescere o diminuire le disuguaglianze, infatti il sistema fiscale e previdenziale svedese appare come il più avanzato in Europa e capace di favorire una riduzione delle disuguaglianze di reddito del 53%, mentre il sistema fiscale e previdenziale italiano, tra gli ultimi posti della classifica, ha permesso nel 2013 una riduzione della disparità di reddito solo del 34%. Il rapporto denuncia anche che «il grande potere d’influenza dei super ricchi, delle multinazionali e di una parte del settore privato a livello nazionale ed europeo, non fa che accrescere povertà e disuguaglianza in tutto il continente.

Come evidenziato da Oxfam in questo rapporto, è necessario e urgente rafforzare le democrazie, reindirizzare le politiche pubbliche verso il bene dei cittadini, e produrre gettito fiscale sufficiente a raggiungere tali obiettivi. Ciò sarà possibile attraverso la ridistribuzione della spesa pubblica, l’aumento delle entrate fiscali e dei trasferimenti sociali, il contrasto ai flussi finanziari illeciti, la gestione del debito e l’adozione di un quadro macroeconomico che sostenga gli investimenti, la crescita e l’occupazione: il tutto per ottenere giustizia sociale e prosperità a lungo termine per tutti.

Malgrado queste notizie, Oxfam e UE stanno facendo una campagna per attirare 60 milioni immigrati

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -