Pistoia, profughi in Questura: «Vogliamo tornare a Trapani a fare l’Acquagym»

 

Erano arrivati da Trapani a Maresca, ma il soggiorno nella provincia di Pistoia si è rivelato una delusione per cinque profughi subsahariani. Abituati per un anno e 8 mesi alla piscina, a essere serviti a pranzo e a cena e a non dover pensare alle bollette o a rigovernare “casa”, poche settimane fa sono piombati in Questura: «Fateci tornare a Trapani a fare l’Acquagym». Questa la loro richiesta, dopo aver scoperto che a Maresca avrebbero dovuto attenersi alle regole della prima Accoglienza, in gran parte mutuate dal progetto dello Sprar,per i richiedenti asilo, e dire addio alla vita da nababbi. E così due di loro sono andati via, gli altri tre sono rimasti, ma a malincuore.

Una storia che Roberto Niccolai, il coordinatore dell’area intercultura della cooperativa «Gli Altri» (vincitrice con altre coop dei bandi per la gestione dei programmi di accoglienza e Sprar) racconta con l’amaro in bocca. Esempio perfetto delle falle nel sistema dell’accoglienza. «E’ gravissimo che quei ragazzi siano stati abituati a pensare che l’Italia sia il paese del Bengodi e possano vivere in una eterna vacanza».  [...]  LA NAZIONE

 



   

 

 

3 Commenti per “Pistoia, profughi in Questura: «Vogliamo tornare a Trapani a fare l’Acquagym»”

  1. a SPACCAR LE PIETRE PER ESSERE RIPAGATI DEI LORO COSTI.!!!

  2. Ditelo alla Signora Boldrini che dice che noi Italiani siamo spacciatori di paura e demagogia, con tutto il rispetto x la Signora Boldrini forse sara il contrario siamo noi Italiani che stiamo subendo dei soprusi da questo governo e per favore non ditemi che non e vero, perché con questi ultimi Governi non votati da nessun o si sono presentati politici incapaci non so come ma bisogna che si chiedesse a Napoletano il perché.

    • X Borbone. Sei perfettamente nel Giusto . Lo ha capito anche LETTA… che per i musei italiani ha bussato alle porta di altri Stati Esteri. Poi per la Toscana – un Tedesco.. Alla unione d’Italia un Asburgo Lorena , venne caricato su una carrozza e senza ferire nessuno – Ci sarebbe da dire tanto.!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -