Presunti profughi ubriachi creano problemi in un night, arrivano i Cc

Non solo ospitati in albergo a spese del contribuente. Ma ora anche a divertirsi nei night, pagati dal solito “pantalone” tricolore. E’ emerso l’altro pomeriggio, nel vertice “blindato” convocato in Prefettura, per discutere dell’emergenza profughi. IL GIORNO

discot

 

«I carabinieri sono intervenuti, chiamati dal gestore del night di Andalo Valtellino, in quanto due immigrati, che avevano probabilmente alzato il gomito, hanno iniziato a importunare gli altri clienti e a disturbare il lavoro delle spogliarelliste», è stato detto durante l’affollata riunione con addetti all’accoglienza, rappresentanti delle forze dell’ordine e imprenditori del comparto alberghiero.

I due presunti profughi sono poi stati identificati dalla pattuglia intervenuta come ospiti di un vicino hotel.

C’è anche il problema legato all’orario di rientro nelle strutture alberghiere o in quelle gestite dalla Caritas dei richiedenti asilo. E’ infatti emerso che, in taluni casi, in piena notte sono ancora in circolazione i migranti.

Durante la riunione in prefettura, il dottor Bertolini ha invitato Monia Copes, referente di Caritas, a fare rispettare le regole. E la donna di Caritas: «Mica possiamo pedinarli. ».

 



   

 

 

1 Commento per “Presunti profughi ubriachi creano problemi in un night, arrivano i Cc”

  1. Che z……………..a, questi falsi San Maritani che sicuramente li addestrano a dire che e un loro diritto e tutto gli e dovuto e concesso, questi che gestiscono la Caritas sicuramente avranno un tornaconto, come si e visto in Roma Capitale che tutti ci mangiano alle spalle dei cittadini Italiani già alla fame, però i cittadini Italiani sfrattati non dormono in alberghi ma dormono per strada o in auto se è fortunato ad averne una, la signora che ha detto che mica possiamo pedinarli, se li hanno preso in consegna o in gestione questi Clandestini gli debbono far rispettare le regole come viene rispettate da tutti i cittadini Italiani altrimenti lasci perdere non faccia la responsabile, perché se fa la responsabile deve avere oneri e diritti da rispettare e far rispettare anche lei.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -