UE: “tolleranza zero” contro le violenze dei coloni israeliani

mogherini-velata

 

L’Unione europea ha chiesto a Israele di usare una politica a “tolleranza zero” contro le violenze perpetrate dai coloni israeliani, in seguito all’attacco contro due case di palestinesi in Cisgiordania in cui è morto un bambino di 18 mesi. “Chiediamo responsabilità totale, l’applicazione effettiva delle leggi e tolleranza zero di fronte alla violenza dei coloni”, ha detto in un comunicato un portavoce dell’Alta rappresentante per gli Affari esteri dell’Ue Federica Mogherini.

Nell’attacco di stanotte, avvenuto vicino a Nablus, presunti coloni ebrei estremisti hanno lanciato bombe molotov contro due case a Duma, villaggio vicino a Nabuls, uccidendo il bambino e ferendo i genitori e suo fratello di quattro anni.

L’Ue ha poi fatto le proprie condoglianze alla famiglia Dawabsha “per la sua tragica perdita” e ha augurato pronta guarigione ai feriti. L’Ue ha infine chiesto l’avvio di “un’investigazione rapida” che porti davanti alla giustizia i responsabili di questo “terribile crimine” e ha esortato le autorità israeliane ad adottare “misure determinate per proteggere la popolazione locale”.



   

 

 

1 Commento per “UE: “tolleranza zero” contro le violenze dei coloni israeliani”

  1. Ma per gli Italiani che subiscono questa invasione di spacciatori, stupratori giornalmente sia di giorno e sia di sera le donne non possono uscire di casa che vengono picchiate e stuprate in pieno centro e di giorno, e l’ UE per noi Italiani tolleranza zero nulla vero? ma andate a. voi e i politici Italiani.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -