Vicenza, 18enne denuncia: sono stata stuprata da un profugo

 

Gli aveva tagliato i capelli e lui l’aveva invitata a casa sua. Un approccio normale tra due ragazzi ma la conclusione sarebbe stata drammatica: lui, profugo nigeriano di 19 anni, l’avrebbe violentata su un materasso, nella sua camera.

Come riportato da il Giornale di Vicenza, la denuncia è partita da una parrucchiera 18enne e la procura ha subito aperto un’inchiesta, dopo i primi riscontri della polizia.

Secondo il racconto della presunta vittima, i due si sarebbero conosciuti lo scorso aprile nel salone in centro storico dove la ragazza lavora. Dopo qualche giorno, la giovane avrebbe incontrato il profugo, che alloggia in una casa di un’associazione, nei paraggi della caserma Ederle. Qualche battuta e la decisione di incontrarsi nel pomeriggio a casa di lui: il programma era di bere una Coca Cola e, magari, iniziare una nuova amicizia.

Una volta nell’appartamento, però, l’uomo avrebbe tentato di baciarla e non avrebbe accettato alcun rifiuto, fino alla violenza, su un materasso. A nulla sarebbero servite le grida ed il pianto disperato della ragazza, lasciata andare a casa solo dopo lo stupro. L’aggressore le avrebbe anche pagato il biglietto dell’autobus.

Immediata è scattata la denuncia in questura ma il 19enne ha respinto le accuse: il rapporto sarebbe stato consensuale.

vicenzatoday.it



   

 

 

2 Commenti per “Vicenza, 18enne denuncia: sono stata stuprata da un profugo”

  1. Si mi dispiace, queste cose non debbono accadere, non ha insegnato ancora nulla di questa gente che non rispettano le regole dove sono ospitati? si credono che stanno ancora nei villaggi o nelle foreste dove possono fare quello che vogliono, basta leggere le cronache o sentire nei telegiornali di quante donne si sono sposate con questa gente, e ce chi ci ha rimesso la vita chi è stata sfregiata, chi gli hanno rubato i bambini e se li sono portati ai loro paese, questa ragazza mi spiace dirlo ma stavolta se le cercata lei.

  2. Abbiamo tantissime ragazze europee che non hanno capito ancora come è fatta questa gente. Questa gente deve vivere ghettizzata, perché di civile non hanno assolutamente niente.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -