Moretti (Pd) contro i residenti di Quinto: condannare la violenza della protesta

moretti

“Il Veneto si trova nel pieno di uno scontro tra livelli istituzionali che è a dir poco sconcertante. Se non prevarranno il dialogo e il coordinamento la situazione è destinata a trasformarsi da emergenza in caos incontrollabile e pericolosissimo. Ciò che è accaduto a Quinto di Treviso è un campanello d’allarme molto grave. In primo luogo va condannata senza riserve la violenza di chi, in segno di protesta, si è reso protagonista di un episodio di illegalità lampante. Ma non posso nemmeno accettare che chi ricopre alte cariche, a partire dal presidente Zaia, diventi fomentatore di rabbia e di scontri sociali che rischiano di diventare ingestibili”: a dirlo è la capogruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale del Veneto, Alessandra Moretti.

L’esponente Pd ha proseguito sottolineando che “quando Zaia parla di ‘dichiarazione di guerra’ in riferimento al Prefetto di Treviso o sostiene che si sta ‘africanizzando il Veneto’, usa parole che vanno in senso contrario alla necessità di gestire questa emergenza in modo responsabile e lontano dalle strumentalizzazioni politiche. Da giorni chiedo che vi sia un confronto costruttivo e franco tra Regione e Prefetto di Venezia, che ha il compito di coordinare i Prefetti del Veneto. E’ necessario che tutti siano al corrente delle decisioni da prendere e che queste vengano assunte in modo concordato”.

“Ho già dato avvio – annuncia Alessandra Moretti – alla raccolta di firme per la convocazione di un Consiglio straordinario chiedendo che venga invitato il Prefetto di Venezia, Domenico Cuttaia e, attraverso l’Anci, i sindaci del Veneto, che si vedono scaricato sulle spalle tutto il peso di questa emergenza”.

Ha concluso la capogruppo Pd: “Siamo di fronte ad una bomba sociale ad alto potenziale. Oggi la situazione è precipitata: bisogna intervenire con il massimo senso di responsabilità per scongiurare il peggio. A tutela concreta dei cittadini veneti che subiscono disagi reali, e dei migranti che non hanno alcuna colpa in questo dramma”.

Adnkronos



   

 

 

11 Commenti per “Moretti (Pd) contro i residenti di Quinto: condannare la violenza della protesta”

  1. Un’altra sera della troika !

  2. ottimo altri voti persi per il Pd, grazie Moretti

  3. Manifestare in modo pacifico? E quando mai ascoltereste? Non lo fareste, vi girereste dall’altro lato e chi se ne frega….Avete strarotto i co@ioni con il vostro buonismo…se li porti nel palazzo dove lei risiede,vediamo se I suoi vicini son d’accordo. Sei una fuffa che più fuffa è solo il tuo capo!!!

  4. Cara moretti è ora che tu impara a parlare portateli a casa tua senza sparare cazzate

  5. Basta fermare i traghettatori legalizzati per l’invasione organizzata dalla U.E. Fare il punto e pensare come meglio gestire la situazione, ricordando ke l’Africa è un CONTINENTE……………………….

  6. Bomba sociale signora M……i, mi saprebbe spiegare di chi è la colpa? chi c’è al governo, quale partito è al potere, che dovrebbe in primis proteggere e aiutare i pensionati, disoccupati, e il popolo Italiano? invece voi PDioti che governate state facendo tutto il contrario di quello che andava e andrebbe fatto dall’inizio, purtroppo siete degli Incompetenti e arroganti, ed ecco il risultato, state sfidando il popolo Italiano lo state portando alla disperazione ed anche a qualche rivolta, di cui prima o poi ci possono scappare anche fatti gravissimi, io mi auguro di no ma la strada che state percorrendo e proprio questa. VI DOVRESTE SOLO VERGOGNARE E ANDARVENE Z…….I !!!!!!!!!

  7. mamma mia…..senza parole…ancora ha il coraggio di parlare dopo quanto male il suo partito sta facendo al Veneto

  8. Ancora parla questa venduta che non se la caca nessuno? La prima ladra é lei a non fare un cazzo e a giudicare il lavoro degli altri… A proposito perché non sei andata a quinto a vedere di persona? Perché sapevi che ti avrebbero tirato i pomodori in testa..comincia a fare gli interessi degli italiani non i tuoi ..venduta

  9. IN UNO STATO DEMOCRATICO FONDATO SUL DIRITTO I RAPPRESENTANTI DELLE ISTITUZIONI QUANDO SOSTITUISCONO IL DOVERE CON IL POTERE. LA GIUSTIZIA E’ MORTA. LA LIBERTà IN CATENE.!
    CHE NE DICE IL “NOSTRO M. IINTERNI” .?
    UN 50% DI CORRUZIONE IN ITALIA. IL RESTO IN EUROPA.-
    TRIBUNALI “SCOPPIANO”.-
    LA CRIMINALITà “ALL’ASSALTO NELLE CASE E PER OGNI DOVE”-
    ED A TUTTO QUANTO SOPRA “CHI PROTESTA” … FINISCE AGLI ARRESTI.
    LA LIBERTà 1945- LA RESISTENZA ? UNA NUVOLA.!

    • nessuno20, per prima cosa condivido il tuo commento, aggiungerei che ho notato anche se non ho fatto le scuole alte nel prima dopoguerra, causa fame e miseria non ho potuto studiare, subito al lavoro, ma non mi sono mai lamentato, vedendo i tuoi commenti noto che sei molto ferrato in materia, e li leggo molto volentieri naturalmente leggo tutti i commenti su Imola.it che si sta ripopolando, grazie anche ai gestori di questo giornale.

  10. Cara Moretti se ci sara’ repressione da parte delle forze dell’ordine siamo pronti a partire a dar man forte agli amici di Quinto da tutto il Veneto

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -