Bombardamento mediatico: arriva “Lampedusa”, fiction Rai sugli immigrati

media

 

“L’accoglienza e l’arrivo dei migranti ma anche la tragedia di chi si imbarca e di chi non riesce a imbarcarsi, di chi viene violentato e depredato dai trafficanti. Raccontiamo l’isola da due prospettive”. Parte l’indottrinamento pro-immigrazione sulla TV pubblica

E’ ‘Lampedusa’, una delle fiction presentate oggi agli ‘Screenings in Florence’, la manifestazione organizzata da Rai Com, la società del Gruppo Rai che si occupa della valorizzazione e della commercializzazione dei prodotti Rai. A raccontarla è lo sceneggiatore Andrea Purgatori. “Il tentativo – spiega – è quello di costruire un sentire comune. Spesso la fiction e il cinema riescono a raccontare un problema molto meglio di quanto non faccia la cronaca”.

UE: parte la propaganda pro-immigrazione nelle TV pubbliche

“L’altra sera – ha raccontato Claudio Amendola, che nella fiction interpreta un sottufficiale della guardia costiera alla guida di una imbarcazione – ero al ristorante. Ho sentito una frase che non avevo mai sentito. C’era un immigrato che vendeva le
rose. Di solito i camerieri allontano queste persone dicendo ‘torna al tuo Paese’. Per la prima volta ho sentito ‘vai ad affogare in mare anche tu’. Allora se la frase violenta diventa questa, vuol dire che c’è bisogno di intervenire e di prendere posizione”.

In questa fiction, ha spiegato, “noi raccontiamo quegli italiani assolutamente nell’ombra e poco citati che spendono la vita per salvare persone perché da sempre quando c’è qualcuno in mare lo si va a prendere, dai tempi dei fenici”.

“L’immigrazione – ha sottolineato – è un fenomeno mondiale di fronte al quale abbiamo il dovere di fare qualcosa perché quella gente scappa da Paesi che noi occidentali abbiamo reso invivibili. Tutte quelle guerre sono finanziate da noi, per vendere le nostre armi, per andare a prendere le loro risorse. Siamo i primi responsabili”. Per affrontare il problema, ha aggiunto, oltre a quello di aiutare i Paesi da cui le persone scappano, “penso che l’unico modo quello di aprire vie ufficiali, giuste, sane, normali e legali per entrare in Europa”. il giornale

Come i grandi media diffondono menzogne per convincere l’opinione pubblica

La nuova Dittatura della Propaganda e della Disinformazione



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -