Emilia R.: 90 milioni di euro per curare i clandestini e lo Stato non paga

Spese mediche ai clandestini, Marchetti: “Il Governo deve 30 milioni di euro alla Regione Emilia-Romagna”

 

“Per le giovani coppie emiliano-romagnole che intendono sposarsi, per gli anziani e per le famiglie in difficoltà non ci sono i soldi. Per i clandestini, invece sì. E la Regione, non solo anticipa le spese necessarie alle loro cure mediche, ma in molti casi le paga proprio di tasca sua. Intanto l’assessore Venturi pensa di introdurre sanzioni per i cittadini che non riescono a presentarsi alle visite, di ridurre le prestazioni stesse nei mesi estivi e, magari, di aumentare il ticket. Una vergogna. Anzi no, questo fa proprio schifo”.

A puntare il dito contro i mancati rimborsi statali per le spese sanitarie per i clandestini è Daniele Marchetti, consigliere regionale della Lega Nord che parla di vero e proprio scandalo. “Siccome i numeri non sono un’opinione e qualche cosa non mi tornava – spiega Marchetti – ho chiesto alla giunta regionale alcune delucidazioni sull’assistenza sanitaria ai clandestini. Nulla di complesso – chiarisce -: solo quanti soldi anticipa la regione per le spese e quanto viene poi coperto dal Viminale che, per legge, è quello che deve pagare queste spese alle regioni. E qui il problema, o meglio, lo scandalo”.

“Dal 1998 al 2014 – attacca Marchetti – il Ministero degli Interni ha provveduto a restituirci 60.037.539 € a fronte di una spesa complessiva di 90.832.995€. Insomma, mancano all’appello ancora 30.795.456€”. “Non caramelle ma fior fior di quattrini con i quali si potrebbero mettere in campo una serie di interventi a favori della nostra gente. Dei giovani, degli anziani, delle famiglie in difficoltà. E invece a questi ultimi si continuano a chiedere sacrifici a vantaggio dei più furbi”. “Ma come è possibile che Renzi continui a inventarsi tasse su tasse per spremere il nostro territorio quando è lui il primo a doverci dei soldi? Che cosa aspetta Alfano ad aprire i cordoni della borsa e a dare all’Emilia Romagna quello che le spetta? Siamo stanchi di farci prendere in giro”.

“Per risparmiare sulle spese sanitarie come capogruppo della Lega Nord in commissione regionale Sanità ho chiesto di istituire un centro acquisti macroregionale con Lombardia, Veneto e Toscana, per abbassare i costi sostenuti per l’acquisto di materiale biomedico e strumentazione anche ad alta tecnologia. Una proposta accolta. Ma non è possibile risparmiare con la destra e sperperare con la sinistra. Non riusciremo mai a dare le risposte che la nostra gente si aspetta se lo Stato centrale non cambia atteggiamento – continua Marchetti -. A fronte del debito accumulato di Roma nei nostri confronti, cosa dovremmo fare? Forse l’unica soluzione è interrompere le cure ai clandestini…”.

parmatoday.it



   

 

 

2 Commenti per “Emilia R.: 90 milioni di euro per curare i clandestini e lo Stato non paga”

  1. avevo detto che dicevano cazzate i Politici ed ecco che i conti escono a galla e come al solito i PDioti e voltagabbana centri di assistenze CRI fanno sempre i puritani però sempre a spese dei cittadini già alla fame, per fare delle ecografie occorrono oltre 4 mesi, va bene non mi voglio arrabbiare ma una cosa debbo dirla, BRAVI ITALIANI continuate a votare per il PD mi raccomando, se non votate PD i Politici cambieranno e chi è Italiano che non l’anno votato gli daranno la casa oppure verranno messi in albergo tutto gratis colazione pranzo cena compreso di pernottamento che vergogna.

  2. Complimenti. Infatti io, per un esame ed un intervento d’urgenza, da Reggio Emikia sono andata a Suzzara, nel mantovano. A Reggio avevo da aspettare 4 mesi. A Suzzara, 10 giorni. Fatto e finito. Con stesso ticket. É ora di finirla.di farci prendere per i fondelli. Italioti…sveglia!!!!!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -