Grande Guerra, Salvini: oggi lo straniero lo mettiamo in albergo

 

 

24 mag. – “Io oggi sono qui in Veneto per ricordare e onorare la memoria di quella che fu la piu’ grande carneficina della Storia. Se ci sono sindaci che hanno perso padri e nonni dall’altra parte della barricata, questo va rispettato”. Lo ha detto Matteo Salvini, a In mezz’ora, in merito ai 100 anni dall’ingresso dell’Italia in Guerra e al fatto che alcuni sindaci di Trento e Bolzano non hanno esposto la bandiera italiana.

“La prima guerra fu una carneficina, voluta dalle banche e combattuta dai contadini ma si difendeva la casa, il terriiorio e oggi sono qui per ricordare quel sacrificio di milioni di giovani ma mi chiedo se oggi sia valso quel sacrificio perche’ oggi lo straniero lo andiamo a prendere e lo mettiamo anche in albergo. Oggi come ieri dico che sul Piave non passa lo straniero”, ha concluso Salvini. (AGI)

PIAVE



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -