Grande Guerra, Salvini: oggi lo straniero lo mettiamo in albergo

 

https://youtu.be/6f8UOTxT14w

 

24 mag. – “Io oggi sono qui in Veneto per ricordare e onorare la memoria di quella che fu la piu’ grande carneficina della Storia. Se ci sono sindaci che hanno perso padri e nonni dall’altra parte della barricata, questo va rispettato”. Lo ha detto Matteo Salvini, a In mezz’ora, in merito ai 100 anni dall’ingresso dell’Italia in Guerra e al fatto che alcuni sindaci di Trento e Bolzano non hanno esposto la bandiera italiana.

“La prima guerra fu una carneficina, voluta dalle banche e combattuta dai contadini ma si difendeva la casa, il terriiorio e oggi sono qui per ricordare quel sacrificio di milioni di giovani ma mi chiedo se oggi sia valso quel sacrificio perche’ oggi lo straniero lo andiamo a prendere e lo mettiamo anche in albergo. Oggi come ieri dico che sul Piave non passa lo straniero”, ha concluso Salvini. (AGI)

PIAVE

Condividi